Antonio Del Vecchio

San Marco in Lamis, giovedì 22 giugno 2017 -  La “scuola di Barbiana “ di Don Lorenzo Milani vive ancora ed è attuale, nonostante la prematura morte del ‘maestro’ ed educatore e  i decenni trascorsi. Lo è forse di più per le nuove divisioni e povertà che avanzano nel mondo globale, dove gli ultimi sembrano essere sempre più ultimi ed emarginati. Per rendersene conto , basta guardare agli immigrati sfruttati non solo dai moderni schiavisti e caporali, ma  anche da quegli stessi che dovrebbero prendersi cura di loro.

Alexis

San Marco in Lamis, giovedì 22 giugno 2017 - Torna a scriverci Alexis un giovane poeta sammarchese che ci ha deliziato nelle scorse settimane di poesie che hanno avuto un grande successo e apprezzamento. In questa nuova composizione Alexis ci parla di amore.  Il titolo del componimento è "Amore Immortale", buona lettura a tutti i suoi estimatori. 

Mario Ciro Ciavarella

San Marco in Lamis, giovedì 22 giugno 2017 -  "Caproni! Chi era costui?" ruminavano [pensavano] i ragazzi che si erano trovati davanti quel cognome, seduti ai banchi di scuola, in una stanza quasi a tenuta stagna (intesa come controlli dei professori), con le “fisarmoniche” che non riuscivano ancora ad aprire.  Quando qualcuno si alzò e disse a tutti che era un poeta italiano del Novecento, e che nessuno conosceva perché non si riusciva mai a studiarlo nelle scuole superiori, poiché l’anno scolastico era alla fine.

Redazione

San Marco in Lamis, mercoledì 21 giugno 2017 -  L’artista Nicola Liberatore è presente  nella mostra permanente di arte contemporanea, Lumina allestita nell’Hospice Casa di Betania di Tricase, realizzata da FIDAPA BPW Italy, sez. di Casarano, Presidente Dott. Maria Nuccio, su progetto di Roberto Lupo, Dirigente medico specialista in ginecologia, di Salvatore Luperto, Direttore Artistico del Museo Arte Contemporanea di Matino (MACMa) e di Anna Panareo, Curatrice d’arte, con l’opera “ Santo”, 2016, tecnica mista su tela, cm 100x50.

Mario Ciro Ciavarella

San Marco in Lamis, martedì 20 giugno 2017 -   “Notte di note, note di notte di luna che imbroglia i cani”, “C’è chi inventerà il futuro per tutti gli uomini che passano”, “Mi riga gli occhi d'amore e mi addormenterà dalla parte del cuore”. Sono alcuni versi della canzone “Notte di note, note di notte”,. In pratica: un capolavoro!! Non solo questo brano, ma tutto l’album “La vita è adesso”. Sono passati 32 anni da quando Claudio Baglioni produsse, scrisse, cantò, suonò, ideò, realizzò questo album.

Mario Ciro Ciavarella

San Marco in Lamis, lunedì 19 Giugno 2017 -  Sono stati i tempi supplementari più belli di sempre!! Mezz’ora di calcio e spettacolo con pericolosi picchi di elettrocardiogrammi che hanno rischiato di fare andare in tilt molti cuori. Cuori, sia come tifosi che come cardiopatici. Anche una spalla rischiò molto in quei minuti finali della “Partita del Secolo”: Italia-Germania. Finita 4 a 3 per noi. Era il 17 giugno di 45 anni fa.

Antonio Daniele

San Marco in Lamis, sabato 17 giugno 2017 -  Solennità del Corpus Domini- Domenica 18 Giugno Chiesa Collegiata di S. Marco in Lamis  -ore 18.30 Solenne Concelebrazione Eucaristica presieduta dal vicario di zona don Pierino Giacobbe con tutti i sacerdoti della città, alla presenza delle autorità civili e militari, confraternite, associazioni, gruppi e movimenti ecclesiali. -ore 19.30 processione del Santissimo Sacramento per le strade della città , secondo il tradizionale giro. I residenti sono invitati ad abbellire il percorso con luci, fiori e coperte.

Mario Ciro Ciavarella

San Marco in Lamis, venerdì 16 giugno 2017 -  In occasione della manifestazione nazionale “Grani futuri ed evoluzione del pane”. Un mio pensiero scritto per l’occasione. "Non riuscivano a far lievitare una farina che trovarono per caso in un casolare abbandonato. Chissà da chi e da quanto tempo. Era una farina diversa: aveva il colore della pelle appena nata. Una pelle che non mostrava nessun segno di vita: nessuna sofferenza, nessun presagio di dura vita da sopportare nel tempo. Ma solo, pelle. Carne fatta da altra carne, che emanava profumi estinti e che vivevano in tempi antichi.

Redazione

San Marco in Lamis, venerdì 16 giugno 2017 - Grani futuri a San Marco in Lamis, dal 17 al 19 giugno Pane, una pagnotta a tavola, unico elemento di condivisione dei pasti. Saranno i pani, ed i cuochi, di Puglia il sabato 17 giugno, e da tutta Italia, la domenica 18 giugno i protagonisti di questo week end del gusto da trascorrere a San Marco in Lamis. Il filo conduttore è la catena alimentare, al posto della filiera, in cui tutti dal campo alla tavola sono noti: garanzia di qualità e sicurezza alimentare. Lo ha affermato Antonio Cera, il fornaio economista di San Marco in Lamis che ha convinto panificatori e chef in arrivo da tutto il Belpaese a partecipare all’evento grandioso di street food.

Antonio Del Vecchio

San Marco in Lamis, venerdì 116 giugno 2017 -  Grande festa per il ripristino dell’organo a mantice nella Cappella di Santa Chiara, a San Marco in Lamis. In essa si venera la statua di Santa Rita, assai cara ai devoti del luogo sia per i festeggiamenti annuali che si fanno in suo onore, sia per i frequenti  pellegrinaggi che si ripetono verso il Santuario di Cascia, ma soprattutto per la diffusione del nome ‘Rita’, presenta in quasi tutte le famiglie. Il tutto ha avuto luogo, qualche giorno fa, in pompa magna, con la partecipazione di una folla di fedeli che oltre a riempire il piccolo tempio si è riversata anche all’esterno, pur di poter assistere ed essere testimone dell’evento definito dai più ‘storico’, per le ragioni che si diranno.