Stampa 

Antonio Daniele

San Marco in Lamis, sabato 2 maggio 2015 -  Una storia che nasce tredici anni fa, l’Estate ragazzi racconta la profonda volontà che l’Azione Cattolica rivolge nell'attenzione e nella cura verso i bambini ed i ragazzi, facendo nascere la possibilità di educare i più piccoli a creare relazioni vere d'amicizia. Sperimentando i valori della gratuità, del servizio, della testimonianza, l’AC insieme a quella più grande delle nostre Parrocchie, vivono con forza la grande dimensione della Fede e della preghiera. Anche quest’anno, siamo pronti per una nuova esperienza estiva che possa riempire di gusto le giornate della nostra città. Nell’anno dell’EXPO dedicato al nutrimento, la nostra estate non poteva parlare di cibo.

 Non resta che accogliere l’invito! La disponibilità e il desiderio di esserci sono i primi passi verso un’esperienza di condivisione in cui prima di tutto siamo chiamati a prendere parte da ospiti: sedere alla tavola dell’Estate Ragazzi è frutto di un invito che ci è stato rivolto da qualcuno che tiene in modo particolare a noi e che ha preparato appositamente un posto nel quale potersi incontrare. Come vuole la tradizione, non ci limiteremo semplicemente ad accettare, ma abbiamo sempre il desiderio di ricambiare l’invito con un dono. Ebbene, all’Estate Ragazzi il dono più bello è il nostro impegno e la nostra partecipazione, il nostro tempo offerto in modo gratuito perché tutti possano mangiare, non solo pane ma anche buone relazioni.

La metafora dell’Estate Ragazzi è una tavola imbandita che vuole sottolineare il suo essere occasione propizia per generare comunità nella quale bambini e ragazzi, adolescenti ed adulti, possano vivere insieme una quotidianità capace di aprire sguardi nuovi. Per quanti vogliono far parte dell’Estate Ragazzi, l’appuntamento è  alle ore 9.00 alla Sita per partecipare alla prima giornata di formazione e di festa.