Stampa 

Leonardo Coco Portavoce M5S

San Marco in Lamis, giovedì 2 aprile 2020 -  Grazie ad un anticipo del 66% del riparto del fondo di solidarietà, i Comuni verranno sostenuti con 4,3 miliardi di euro. Sono una parte del Fondo di Solidarietà comunale già esistente (alimentato da una quota IMU, di spettanza dei comuni, incrementata di un ulteriore quota IMU derivante da un calcolo di riparto), che l’ultima legge di bilancio ha aumentato grazie alla maggioranza di questo Governo. Al Comune di San Marco sono stati anticipati pertanto 1.435.717,68 Euro (somme già accreditate), come previsto dal Decreto del Presidente del Consiglio del 28 marzo 2020.

 In più il governo ha messo a disposizione attraverso l'Ordinanza del Capo della Protezione Civile n. 658 del 29 marzo 2020 altri 400 milioni di cui : TOT 116.660,09 EURO SONO STATI GIÀ ACCREDITATI AL NOSTRO COMUNE PER AIUTARE SUBITO A CHI NE HA BISOGNO CON BUONI SPESA O CON LA DISTRIBUZIONE DIRETTA DI ALIMENTI E BENI DI PRIMA NECESSITÀ‼ Un provvedimento concordato con ANCI, che rappresenta tutti i Sindaci Italiani, attraverso cui i fondi verranno gestiti dai Comuni, coloro che da sempre sono in prima linea per dare assistenza ai loro cittadini. Una misura concreta che si aggiunge ai 600€ delle P.Iva, alla cassa integrazione per tutti e al Reddito di Cittadinanza.

Il fondo di solidarietà alimentare è ripartito ai comuni sulla base di una quota pari al 80% in proporzione alla popolazione residente (nel caso di San Marco con popolazione pari a 13.397 abitanti, l’importo è di Euro 71.025,05) e di una quota pari al restante 20% in base al valore del reddito pro capite comunale sulla media nazionale (nel caso di San Marco l’importo è di Euro 45.635,03) per un totale di 116.660,09. L’ordinanza prevede anche la possibilità di destinare alle misure urgenti di solidarietà eventuali donazioni defiscalizzate, che potranno essere accreditate su appositi conti correnti presso il tesoriere in caso di denaro, oppure attraverso generi alimentari, buoni di acquisto o buoni sconti da parte di privati, di produttori, dei distributori.

Nella stessa direzione ed animati da un unico intento, maggioranza e minoranza in videoconferenza hanno definito l’iter procedurale per beneficare dei fondi messi a disposizione, con il coinvolgimento dei negozi alimentari e farmacie di San Marco che, partecipando al bando, permetteranno la consumazione dei buoni spesa. Sul sito internet del Comune è possibile scaricare i moduli http://www.comune.sanmarcoinlamis.fg.it/hh/index.php

Altri aiuti sono stati concessi dal Ministero dell’Istruzione con il decreto che stanzia 85 milioni di euro per supportare la didattica a distanza, per fornire agli studenti meno abbienti in comodato d’uso gratuito dei dispositivi digitali e per potenziare la connettività di rete, per la formazione del personale scolastico. Direttamente agli istituti scolastici di San Marco in Lamis sono stati assegnati 32.536,60. Notizia dell’ultima ora, la Regione Puglia ha assegnato ai Comuni ulteriori somme in favore delle persone in grave stato di bisogno sociale, al Comune di San Marco sono stati assegnati 39.548,60.

Restiamo uniti! Insieme ce la faremo!!