Arci SMiL

San Marco in Lamis, giovedì 10 settembre 2020 - “2020, che anno, accidenti!” … Gianni Rodari avrebbe forse scritto un verso simile in una sua poesia intorno a questo anno così singolare. Il maestro, di cui quest’anno ricorre il centenario della nascita, avrebbe raccontato di mascherine e gomiti, di dolore e solitudini, di sospetto e ospedali, di lutti ma anche di rinascite, di canti, di speranza.

La pandemia ci ha sorpresi tutti, ha mostrato la nostra piccolezza e fragilità, ma anche la nostra voglia di riscatto e di quotidiano. Un quotidiano che riparte dai piccoli gesti e dal ritorno alle cose di sempre, agli incontri monitorati, agli appuntamenti a numero ristretto. Tra le manifestazioni che rientrano in questo desiderio di rinascita, rientra anche la premiazione del Premio di poesia “Il Sentiero dell’Anima”, che quest’anno giunge al suo 16° anno.

Il concorso poetico, bandito con le Edizioni del Rosone, e patrocinato dalle Fondazioni dei Monti Uniti di Foggia e Pasquale e Angelo Soccio, rientra nella rassegna "Sacro e Profano" promossa dalla Biblioteca Francescana di San Matteo all’interno del progetto “Fa C.A.L.L. (cultura, ambiente, legami e legalità)”, selezionato da Fondazione CON IL SUD insieme al Centro per il libro e la lettura, in collaborazione con l’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) per il bando “Biblioteche e Comunità”. La giuria, presieduta dal giornalista Serafino Paternoster e composta da una équipe di letterati e tecnici del settore, ha lavorato con passione e partecipazione al lavoro di analisi di tutti i pezzi in gara.

Il pomeriggio sarà scandito in più momenti: alle h 16.00 sarà svelato il palinsesto dei premiati per la sezione C, dedicata ai giovani poeti; alle h 17.00 si visiterà il parco e si scopriranno i tributi verso il maestro Gianni Rodari; alle h 17.30 si scopriranno i premiati delle sezioni A e B, volte agli adulti (poesia edita ed inedita). È difficile fare poesia, non ne facciamo un mistero, eppure restiamo convinti che sarà proprio la poesia a disegnare finestre spalancate e piccoli rivoli colorati che sappiano irrigare le nostre zolle di terra meno fertili.

A causa dell'emergenza sanitaria e a seguito delle disposizioni necessarie per limitare la pandemia, l'accesso sarà consentito solo previa prenotazione e muniti dei dispositivi di sicurezza personale necessari. A breve, sulla pagina fb del parco artistico-ambientale”Il Sentiero dell’Anima”, sarà attivo il link su cui prenotare la propria presenza.