Stampa 

Gruppo Consiliare l'Amiamo

San Marco in Lamis, mercoledì 24 novembre 2021 -  A seguito dell’ultimo Consiglio Comunale, il gruppo consiliare L’AMIAMO dirama un comunicato stampa nel quale motiva il suo voto contrario alle linee programmatiche dell’Amministrazione Merla 2. Giovedì u.s c’è stato il Consiglio Comunale tra cui all’ordine del giorno c’era l’accapo delle “linee programmatiche di mandato” di questa Amministrazione per i prossimi cinque anni.

Abbiamo atteso qualche giorno prima di divulgare il presente comunicato, perché confidavamo in una presa d’atto, da parte dell’Amministrazione Merla 2, alle richieste avanzate dall’intera opposizione in merito ad una revisione e ad una condivisione delle linee programmatiche sulla stregua delle proposte avanzate. Ma ciò non è avvenuto. In primis era doveroso da parte dell’Amministrazione uscente, giunta al secondo mandato, delineare delle linee programmatiche concrete. Da una giunta di tecnici ci aspettavamo qualcosa di concreto e non discorsi vaghi e superficiali.

La campagna elettorale è finita e quindi sarebbe stata ora di scoprire le carte. Dire nel concreto cosa fare e soprattutto come realizzarlo. Una programmazione di mandato priva di numeri, significa una programmazione vaga, priva di fondamenti previsionali in termini di bilancio, priva di interrelazione tra il concreto e la fattibilità economico-finanziaria. Infatti sono basate solo su discorsi esclusivamente teorici e generalizzati, e non su come nel concreto attuarli, pertanto non calati nella nostra realtà non affrontando i problemi reali della collettività, del vivere quotidiano.

 Leggendo le linee programmatiche dell’Amministrazione Merla 2, potremmo definirlo in estrema sintesi un insieme di teorie “per dire che faremo qualcosa”. Da alcuni interventi sia del sindaco che dei consiglieri di maggioranza si è desunto che c’è un nuovo dissesto finanziario dietro l’angolo, situazione che in campagna elettorale era stata palesemente allontanata e negata. Linee programmatiche che non abbiamo potuto nè condividere e soprattutto non c’è stato modo di prendere contezza in tempo utile per evidenziare le criticità in esse presenti.

Come gruppo consiliare L’AMIAMO, abbiamo votato contro le linee programmatiche di mandato del MERLA 2 per alcune importanti considerazioni che vi elenchiamo e chi ha potuto seguire via web il Consiglio avrà anche avuto modo di sentirle:

ENTRATE PATRIMONIALI

Nel programma si parla di lotta all’evasione. Noi riteniamo che occorre prevenire l’evasione andando incontro al cittadino con utilizzo del ravvedimento operoso da attuarsi dopo 1 anno e un giorno (o poco più) dalla naturale scadenza. Effettuando con personale interno e non più esternalizzando il servizio di recupero crediti tramite società di cartolarizzazione, che introitano buona parte delle imposte oltre a sanzioni ed interessi che in molti casi arrivano oltre il 50% delle imposte dovute, creando danni all’erario e ai cittadini.

PARTECIPAZIONE CIVICA.

Sarebbe stato opportuno prevedere una commissione speciale sul PNRR e non sulla revisione del regolamento del Consiglio Comunale (crediamo in questa fase ci siano altre problematiche su cui riunire le forze). Sempre sul PNRR si dice che si avvieranno dei focus group puntando sulle tematiche coinvolte nei finanziamenti degli stessi. Noi avremmo voluto sapere come, anzi avremmo voluto dare delle nostre concrete idee per farlo, in maniera più efficiente, e non puntando su incontri sporadici che da qui a qualche mese saranno delle eresie. Coinvolgere tutti i Cittadini in base alle proprie possibilità e capacità per la partecipazione alla vita politica e sociale del paese. Noi riteniamo che vista l’importanza dei fondi comunitari PNNR, occasione più unica che rara, debba essere istituita una commissione che funga da VERA partecipazione civica, chiediamo sia disposta una COMMISSIONE PNNR dove siedano i consiglieri comunali, i tecnici che vogliano partecipare e i cittadini singoli e associati.

 

POLIZIA LOCALE.

Tra le priorità dell’amministrazione Merla 2 vi è la necessità di rivedere il contratto di servizio dell’autovelox in scadenza. (Infatti tutti noi cittadini iniziamo a preoccuparci per una sua eventuale scadenza); Si parla di migliorare il servizio di videosorveglianza: diamo per certo che esiste, ma riesce a dare il suo reale contributo? Migliorare vuol dire qualcosa che va bene e bisogna farla funzionare benissimo (a noi non risulta), occorre pertanto rivoluzionare in maniera efficiente il servizio di videosorveglianza e punire i trasgressori in maniera esemplare; E per avere nuovi vigili? Da quando si legge dobbiamo autogestirci per qualche anno.  Invitiamo ad una immediata e tempestiva attivazione del concorso per Vigili o meglio utilizzare graduatorie di concorso di comuni Limitrofi.

ISTRUZIONE E DIRITTO ALLO STUDIO.

Fermo restando i buoni propositi presenti nelle linee programmatiche vorremmo avere più concretezza su molti punti. Ma ovviamente vogliamo dare tempo di organizzare il lavoro, fermo restando che il periodo COVID non permette ampi raggi d’azione nelle Istituzioni scolastiche. Risolvere la situazione della provvisoria sede della scuola elementare BALILLA, trasferitasi alla San Bernardino (da quando hanno iniziato i lavori alla struttura), sede che, sia all’entrata che all’uscita, non è in linea con gli standard di sicurezza specialmente in termini di afflusso sconsiderato delle auto. Infatti avendo chiuso il parcheggio sopra il Consorzio le auto confluiscono ad “imbuto” fino all’ingresso, determinando ogni giorno situazioni di grave pericolo per singoli soggetti e per la massa, si chiede pertanto un intervento immediato;

Noi come gruppo L’AMIAMO abbiamo evidenziato la necessità di istituire degli ITS  per promuovere la specializzazione tecnica post diploma, in modo da favorire l’ingresso nel modo del lavoro dei ragazzi diplomati che non intendono proseguire negli studi universitari, creando delle apposite convenzioni con operatori specie del settore secondario e terziario.

POLITICHE SOCIALI: TRASFORMAZIONE NUOVA GESTIONE ASSOCIAZIONE DI COMUNI IN CONSORZIO DI FUNZIONI E SERVIZI: (gestione che potrà innalzare i livelli di efficacia ed efficienza della gestione associata e consentire maggiore speditezza delle azioni amministrative per attuazione piano sociale di Zona.) Noi riteniamo che sia inopportuno la creazione del Consorzio non riuscendo a capire quali sono le motivazioni fattive che porterebbero alla creazione di questo consorzio, in quanto esistono già degli uffici comunali, previsti dalla legge. Riteniamo che il Consiglio comunale debba essere informato e da esso debba passare l’autorizzazione per la creazione di questo consorzio, dove noi siamo nettamente contrari. In merito al piano dei servizi sociali, siamo ancora come comunità in attesa di notizie in merito alla distrazione dei fondi 3,5 ml di euro, chiederemo all’Assessore alle Politiche Sociali una relazione sullo stato delle verifiche di tale distrazione.

POLITICHE GIOVANILI, SPORT E TEMPO LIBERO.

Su questo punto possiamo confermare come San Marco è un Paese che è stato abbandonato a se stesso: strutture sportive inefficienti, inadeguate e non utilizzabili.

Non esistono servizi essenziali. I nostri figli non hanno modo di fare sport che in altre realtà sono alla base del vivere quotidiano: pallavolo, basket, nuoto, tennis, padel.

Ecco, in questo caso specifico occorrerebbe un Consorzio tra Comuni per realizzare con finanziamenti Europei una vera cittadella dello sport.

Ma vogliamo volare basso, perché già recuperare in maniera ottimale le strutture sportive che abbiamo sarà difficile, considerato che nel programma di Merla 2 non si parla quasi per niente dei Giovani, dello Sport e di tempo libero: noi Sammarchesi siamo destinati per i servizi post lavoro e post scuola ad andare in giro per la Provincia. ECCO QUESTO E’ LA QUOTIDIANETA’ CHE MANCA!

 Per noi San Marco insieme ai Comuni vicinori ha attrattori turisitici in quantità tale da poter puntare ad un turismo che richiami un ottimo afflusso di visitatori.

Il problema principale è l’organizzazione di tali attrattori e l’ottimizzazione finanziaria.

Noi proponiamo un interrelazione tra Comuni e Parco Nazionale del Gargano con la nomina di un manager che pianifichi ed operi per lanciare il marchio GARGANO a livello internazionale. LE VETRINE DEL GARGANO: (per dare impulso al piano produttivo previsto a Borgo Celano dichiarato realizzabile da Invitalia 2019 e finanziato per € 2.600,00. Il piano è pensato per sviluppare la produzione artigianale locale.) Bene, innanzitutto vorremmo capire con quali artigiani si dovrà realizzare questo piano di sviluppo artigianale, vista l’estinzione di tale categoria nella nostra città. L’Amministrazione Merla 1 non ha provveduto a nessuna politica artigianale locale, lasciando nei fatti morire questo comparto. Ci auguriamo che realmente siano delle Vetrine e non dei “buoni garage o depositi”.

In merito al PUG: PIANO URBANISTICO GENERALE occorre nelle immediatezze prevedere una sua revisione, in modo da sbloccare situazioni di stallo che ci sono per tutti gli operatori del settore.

MANTENZIONE e DECORO URBANO: su questo punto vorremmo una maggiore attenzione sul randagismo e sulla presenza di cinghiali .

Il randagismo deve essere eliminato facendo un bando ad hoc; inoltre la presenza di cinghiali specie nel bosco la DIFESA e nelle periferie, sta determinando una situazione di pericolo che porta ad un minor utilizzo del territorio da parte dei cittadini (basti pensare a tutti gli appassionati di jogging, trekking, nord-walking, etc.) oltre a risultare alquanto antipatico accogliere dei turisti in tali contesti.

Il decoro Urbano va visto in maniera diversa ed occorre una maggiore sensibilizzazione di tutti, ovviamente siamo a disposizione per fornire concretamente delle nostre idee, che riteniamo possano risolvere, con l’aiuto di tutti un po’ di situazioni.

 

DEMANIO, PATRIMONIO E USI CIVICI:

Su questo punto chiediamo un attenta revisione dei beni da alienare da parte del Comune: in particolare si propone di eliminare dai beni oggetto di vendita la San Domenico Savio, lasciando in dotazione del Comune il bene e prevedendo il recupero di tale area per la realizzazione di una piscina-palestra e all’esterno un campo di padel e pallacanestro all’aperto.

Non ci dica l’amministrazione che non c’è un finanziamento per tale opera? Stenteremmo a crederci.

Ci sarebbe molto altro su cui soffermarci ma avremo sicuramente modo.

Ecco questa è solo una sintesi di quello che ci sarebbe piaciuto condividere e poi leggere nelle linee programmatiche del Merla 2, ma dato che non c’è stato modo di farlo in tempo utile né tantomeno un apertura postuma in tal senso, ci siamo affidati al nostro intervento nel Consiglio Comunale e a questo Comunicato Stampa.

Ovviamente noi amiamo la nostra città e vogliamo che emerga da questo oblio totale.

Partiamo dalle piccole cose, solo così potremmo farcela realmente.

 

IL GRUPPO CONSILIARE L’AMIAMO

I CONSIGLIERI COMUNALI

Dott. Michele Longo

Avv. Antonio Turco