Antonio Del Vecchio

San Marco in Lamis, lunedì 30 maggio 2022 -  Giornata tutta dedicata al poeta scrittore Cristanziano Serricchio quella intitolata “Il Canto di Diomede” in programma il 3 giugno 2022, a San Marco in Lamis, città della cultura per antonomasia del Gargano e della Capitanata. Tanto in occasione del centenario della vita. Il tutto avrà luogo nell’Auditorium della Biblioteca Comunale di piazza Carlo Marx, con inizio alle ore 9.00, presidente – moderatore Ettore Catalano dell’Università del Salento. Interverranno, per i rituali saluti: il sindaco Michele Merla; l’assessore al ramo, Sacha De Giovanni; Nunziata Quitadamo, presidente del Centro Studi”Cristanziano Serricchio“; Matteo Coco, direttore del medesimo sodalizio. 

E a seguire, alle ore 9,30, gli interventi di: Antonello D’Ardes (l’itinerario letterario di Cristanziano Serricchio); Lorenzo Pellegrino (Cristanziano Serricchio e la sezione di Manfredonia); Giuseppe Trincucci (le lettere); Maria Pia Giuliano (natura, memoria e bellezza); Sergio D’Amaro (la natura garganica nello spazio poetico di Cristanziano Serricchio); Nunziata Quitadamo (il sentimento del Divino di Cristanziano Serricchio); Francesco Giuliani (la novellistica di Cristanziano Serricchio); Matteo Coco (poetica di una recitazione: Giovani Poeti della Puglia e impegno di fine Novecento).

Pomeriggio, dalle ore 16.00 in poi, con seduta presieduta dal succitato Catalano, si alterneranno al podio: Raffaele La Torre (Perché “Il poeta mediterraneo in tempi di povertà); Padre Mario Villani (Giacometta la sultana, una ricerca sospesa); Maria Antonietta Di Sabato (Serricchio e Manfredonia, città di elezione); Vittorio Marchesiello (Le stele Daunie nella poesia di Cristanziano Serricchio); Marco Trotta (La ricreazione in dialetto garganico di sette sonetti di Shakespeare); Raffaele Cera (Un percoeso poetico alla ricerca di se stesso del mondo); Michele Vigilante (Cristanziano Serricchio tra impegno editoriale e produzione poetica).

A promuovere l’iniziativa ci ha pensato il succitato Centro Studi “Cristanzianio Serricchio”, con la sponsorizzazione del Comune di San Marco in Lamis nella convinzione che il Serricchio, assieme a Pasquale Soccio e a Joseph Tusiani, costituiscono le nostre “voci più autorevoli” nel Novecento italiano della Letteratura. Si apprende,infine, che il Centro Studi “Joseph Tusiani“, già ospite della Biblioteca Comunale, da qualche tempo, per sopperire alla mancanza di una struttura pubblica è ospite provvisorio presso l’abitazione di Sergio D’Amaro in Via S.Caterina, 16 (cell. 3911880294; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) e che lo stesso è a disposizione di chi vuole consultare volumi e materiale cartaceo sul tema. Altresì è da da poco consultabile sul sito online del Centro l’ultimo numero della rivista “Frontiere”, organo dell’emigrazione, a cui fin dalla sua istituzione collabora chi scrive.