Stampa 

Redazione

San Marco in Lamis, giovedì 21 luglio 2022 - Brutta sorpresa per tutti i sammarchesi che in questi giorni ricevono i bollettini per il pagamento della Tari 2022, gli aumenti ad una prima stima si aggirano intorno al 20/30%. Ma non è tutto ci potrebbe essere un ulteriore adeguamento al rialzo nei prossimi mesi visto che la gara d'appalto per la raccolta differenziata è andata a vuoto. Inoltre sembrerebbe che in bilancio ci sia già in previsione un ulteriore aumento del 18% per la Tari 2023. Insomma è il caso di dire che i sammarchesi non possono dormire sonni tranquilli. Per fortuna che qualcuno dall'opposizione si è reso conto di tutto quello che sta succedendo ed ha iniziato a tuonare contro l'Amministazione Merla. 

Queste le parole di Angelo Cera esponente di spicco dell'opposizione a Palazzo Badiale, anzi scusate alla biblioteca comunale: "Il fatto che i cittadini sammarchesi ormai si siano assopiti alle scelte dell’Amministrazione Merla e che non manifestino più nessuna emozione (sia essa positiva o negativa), sia la scusa per il Sindaco Michele Merla di poter anche aumentare le tasse e far pagare di più! Mi riferisco alla tassa sull’immondizia che in queste ore i cittadini di San Marco in Lamis stanno ricevendo a casa.  Rispetto all’anno scorso (2021) c’è un aumento del 30%, ossia un appartamento di ca. 25 mq ha avuto un aumento di 30 euro. Rispetto a due anni fa (2020) c’è un aumento che si aggira intorno al 50%! Insomma l’amministrazione comunale di Michele Merla augura delle buone vacanze a tutti i sammarchesi. E voi l’avete ricevuta ? Lascio a voi i commenti! Anche perché se vi dicessi che il paese è sporco e che della raccolta differenziata nemmeno l’ombra, sembrerei di parte".