Stampa 

Samantha Berardino

Gargano, venerdì 23 agosto 2019 - Non è poi così distante il Gargano dai Monti Dauni, almeno culturalmente e soprattutto, a quanto pare, dal punto di vista della forte tradizione musicale, profondamente radicata nei due territori collinari della provincia di Foggia, ai due estremi del Tavoliere delle Puglie.

È questo lo spirito dell’undicesimo appuntamento della XVII edizione del Festival dei Monti Dauni, in programma venerdì 23 agosto, promosso in collaborazione con il Comune di Bovino. Si tratta di Musiche e tradizioni del Gargano a cura di un gruppo di musiciste vulcaniche, le Mulieres Garganiche, con la direzione e la voce di Valentina Latiano.

 Suonano, cantano, danzano e… ricercano. L’ensemble di musica popolare Mulieres Garganiche dedica molta attenzione alla ricerca sul campo, quella vera, di marca antropologica ed etnomusicologica, indispensabile affinché quel patrimonio primordiale del Gargano non vada disperso. È da questa importante base scientifica che le “mogli” musiciste trascrivono le melodie popolari che abbracciano tutto l’arco della vita dell’essere umano: dalle ninna nanne alle serenate d’amore, senza tralasciare le danze della tradizione, principalmente la tarantella garganica.

Lo spettacolo si svolgerà in via Sotto le Mura perché l’arteria stradale è stata sottoposta a lavori di riqualificazione urbana e sarà pertanto inaugurata con il taglio del nastro da parte del sindaco Vincenzo Nunno. La serata, in collaborazione con la Proloco di Bovino, prevede anche un percorso di degustazione enogastronomica.