Stampa 

Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, mercoledì 20 novembre 2019 -  Anche  Rignano Garganico, il più piccolo Comune del Parco Nazionale del Gargano,  ha contribuito alla riconferma di Antonio De Caro, a presidente nazionale dell’Anci. Obiettivo primo, quest’ultimo,  del XIX Congresso, in corso di svolgimento in quel di Arezzo. Lo ha fatto  con il voto della propria rappresentante, Viviana Saponiere, attiva avvocata e consigliera comunale per il secondo quinquennio con la delega alla Cultura e a Paglicci.

Quest’ultimo, come risaputo,  è il noto sito paleolitico di fama planetaria, pronto ad aprire ad horas i battenti del primo Museo,  realizzato da poco nel più piccolo Comune del Parco Nazionale del Gargano.  Questa volta, l’interessata si trova ad operare   nella giunta del giovane sindaco, Luigi Di Fiore. A formulare la sua nomina, oltre al citato Ente,  ha provveduto  l’assemblea dei sindaci della Regione Puglia, su proposta del comitato direttivo regionale di Forza Italia. La notizia odierna di certo  susciterà scalpore, perché non è la prima volta che l’interessata si fa avanti in consessi pubblici esterni di una certa rilevanza.

Forse il tutto lo si deve, come scrivemmo più volte, all’empatia innata e alla sua costante presenza ad ogni evento di tipo sociale, con e senza veste pubblica. Tra le sue  innumerevoli virtù pubbliche e private,  è da segnalare il suo sconfinato amore per gli animali, in particolare i cani, amici degli uomini, alla cui cura spende tutto il suo  tempo libero, partecipando in prima persona ad ogni battaglia ed iniziativa in loro difesa. La Saponiere, oltre a militare da giovanissima nel movimento forzista, da alcuni anni è coordinatrice fissa in loco del Circolo, nonché componente il Consiglio Direttivo provinciale. In proposito ha fatto sapere, tramite face book, che è arcicontenta di questa scelta, perché ad essere insignito è un politico concreto ed amministratore che conosce ed interpreta a menadito ogni potenzialità  della nostra terra.

Una scelta che prescinde, quindi, da ogni colore politico ed è  incardinata nella prospetiva di ripresa - sviluppo del nostro territorio, al momento emarginato dalle direttrici nazionali più importanti sia sul piano strutturale e infrastrutturale. Tra i sindaci pugliesi in delegazione c’era anche quello di Foggia, Franco Landella. In proposito la Saponiere ci ha dichiarato telefonicamente: “Ringrazio tutti quelli che hanno posto la fiducia in me, a cominciare dal sindaco Di Fiore e dai colleghi del Consiglio comunale”.  Mi muoverò sempre in sintonia con essi e gli altri sindaci e delegati pugliesi. Tanto, per rispetto della democrazia e degli interessi della collettività”. 

N.B. Nella foto: Viviana Saponiere col sindaco di Bari e presidente riconfermato dell’Anci, Antonio De Caro.