Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, venerdì 29 gennaio 2021 -  Anche la Comunità rignanese si unisce al plauso generale della Capitanata per la nomina di Rosario Cusmai nella squadra del governo regionale. Lo è in veste di segretario particolare del Presidente Michele Emiliano con delega ai rapporti con gli enti locali. A darne notizia in paese è stato Giosuè Del Vecchio, assessore unico al Comune e responsabile locale di “Italia in Comune”. Come risaputo, si tratta del movimento che con altre liste del Presidente Emiliano, vittorioso anche qui in modo plebiscitario. Addirittura la sola lista di Cusmai, grazie alla conoscenza diretta del territorio e soprattutto all’impegno a tappeto profuso dal suddetto assessore, l’aspirante consigliere ha conseguito circa il 30% dei consensi.

Non a caso nel giorno della chiusura della  partita in loco l’interessato era l’accompagnatore fisso del Presidente, durante l’immersione tra la gente comune e gli abitanti del piccolo centro garganico, di cui già si è scritto a suo tempo. Altresì lo era anche quando la medesima comunità, si spostò qualche giorno dopo presso la masseria “San Matteo” in territorio di San Severo, dove Cusmai, fu il mattatore  del discorso pro Emiliano (presente) unitamente al nostro citato e dinamico assessore. In proposito, quest’ultimo, ha dichiarato all’uopo: “Nel sapere la notizia della nomina, il mio cuore si riempie di gioia, perché la stessa tocca ad un amico stretto, a cui sto vicino politicamente ed umanamente da tempi immemorabili.

Non solo, ma mi inorgoglisce ulteriormente, perché lo ritengo un uomo all’altezza del compito per le sue qualità professionali ed umane al di sopra di ogni sospetto. Infine – aggiunge l’interlocutore – la sua meritata nomina potrebbe costituire per la nostra bistrattata realtà un punto di riferimento indispensabile per la soluzione dei tanti problemi che lo affliggono, oltre ad essere una molle portante per lo sviluppo dell’agricoltura e il turismo, grazie alle sue suscettibilità ambientali, come l’aria pulita della montagna e i suoi beni culturali, come il nascente Museo Paleolitico di Grotta Paglicci”.

Insomma, Cusmai, secondo il giudizio di tutti i suoi adepti in loco, sarà per il paese una sorta di “Santo in Paradiso”, pronto ad ascoltare tutti a prescindere dalle loro appartenenze  o visioni partitiche e professionali. Secondo altri, con la conquista del prestigioso incarico, la rappresentanza di Capitanata si rafforza ulteriormente in termini di diversità e qualità professionali, dopo la nomina a vice Presidente di Raffaele Piemontese e quella ad assessore dell’intrepida e attiva consigliera  pentastellata, Rosa Barone del Capoluogo.

 N.B. Nella foto scattata in paese durante la scorsa campagna elettorale. Da sx: Rosario Cusmai, Giosué Del Vecchio (dietro “Giggione”), Leonardo Del Vecchio (tecnico audio) e il sindaco Luigi Di Fiore.