Stampa 

Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, mercoledì 23 marzo 2022 -  Sicuramente qualcuno ci parlerà di biblioteca anche nell’imminente campagna elettorale per le amministrative, a Rignano Garganico. Di essa, come risaputo, si sono perse le tracce da decenni. E ciò con l’auto licenziamento dell’addetta, passata a fare l’insegnante, senza che ne fosse immediatamente sostituita da altro personale idoneo. La Biblioteca fu fondata dall’Amministrazione Draisci negli anni ‘70 e gestita per lungo tempo “ a forfait” dal compianto Carmine Parracino, che ne fu un vero animatore, attirando a sé tutti i giovani del tempo, ben collegato in rete com’era alla Biblioteca Provinciale.

Ed è per questo che, con l’avvio dell’Amministrazione di Matteo Viola ai primi anni ‘80, per rilanciarne la portata e lo scopo culturale il posto fu inserito a giusta ragione nella pianta organica generale. Tuttavia, all’approvazione di essa da parte della Commissione Enti Locali Centrale, essendo il paese un centro troppo piccolo, il posto fu ridotto a mezzo servizio. Da qui la delusione di chi scrive e di tanti altri amanti della cultura. Anche il concorso per via degli appetiti suscitati e il cambio amministrativo fu molto tormentato e concluso alla fine con l’osservanza stretta dell’obiettività. Nei primi tempi, traslocata dall’alloggio che l’aveva vista nascere, l’istituzione fu ospitata al primo piano dell’Edificio Scolastico. Dopo di che al vecchio Municipio, per dare modo all’addetta di cogestire anche la mostra iconografica permanente dei reperti di Grotta Paglicci.

Dopo di che (e siamo all’ultimo decennio), con l’allontanamento della titolare i libri furono sistemati provvisoriamente nel piano semi – interrato dell’Edificio Scolastico. Si provò anche ad abbozzarne l’apertura con l’inaugurazione, ma poi il tutto fu subito abbandonato per via della struttura pericolante. Ora ci si aspetta la “rivoluzione” strutturale e la destinazione dell’intero complesso che ne uscirà fuori, compresa la biblioteca, a funzioni importanti in campo socio-assistenziale di cui si è già scritto. Pubblichiamo, ora di seguito, un comunicato stampa sul tema pervenutoci in redazione a parte BC Sicilia: “Al via “30 libri in 30 giorni” la manifestazione promossa da BCsicilia, Associazione per la salvaguardia e la valorizzazione dei beni culturali e ambientali, per contribuire a riscoprire la bellezza della lettura.

L’iniziativa prevede la presentazione, per trenta giorni consecutivi, di altrettanti volumi. La rassegna si svolgerà dal 23 di marzo al 22 di aprile 2022. I 30 libri presentati sintetizzano varie esperienze editoriali con particolare attenzione al nostro patrimonio culturale e ambientale. Gli appuntamenti sono organizzati anche in collaborazione con istituzioni pubbliche o private e con Case editrici. Tra gli autori che presenteranno i volumi all’interno della rassegna: Ferdinando Maurici, Massimo Cultraro, Tommaso Romano, Giuseppe Oddo, Giuseppe Iacono, Rosario Giuè, Adriana Chirco. Verranno  proposti libri che parlano di Sebastiano Tusa, di Archeologia, di confraternite e tradizioni, emigrazione siciliana, medioevo normanno, dei quattro mandamenti di Palermo, di antica viabilità, Settimana santa, dei cavalieri di Malta, di autonomia siciliana.
La manifestazione si tiene nei 30 giorni antecedenti al 23 aprile, data che l’Unesco ha dedicato alla Giornata mondiale del Libro e del diritto d’Autore, scelto perché è il giorno in cui sono morti nell’anno 1616 tre grandi scrittori di fama mondiale: Miguel de Cervantes, William Shakespeare e Garciloso de la Vega. “Il libro – afferma Alfonso Lo Cascio, Presidente regionale BCsicilia – resta ancora un formidabile strumento di informazione, apprendimento, conoscenza, svago, una straordinaria finestra aperta sul mondo, indispensabile per la crescita personale ed intellettuale, incoraggia gli scambi di idee, permette  di viaggiare con la fantasia e l’immaginazione, di vivere le vite di uomini e donne del passato e contemporanamente continuare a favorire il progresso sociale e culturale di ogni comunità”. Per informazioni: Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – Tel. 346.8241076 – Fb: BCsicilia – Tw: BCsicilia.

In allegato foto logo manifestazione.

Di seguito i luoghi, le date, i titoli e gli autori dei 30 libri che verranno presentati. 30 Libri in 30 Giorni Per riscoprire la bellezza della lettura 23 marzo – 22 aprile 2022 – I luoghi, le date, i titoli e gli autori dei volumi che verranno presentati: Campofelice di Roccella – Mercoledì 23 Marzo La guerra è della morte di Nuccio Pepe Agrigento – Giovedì 24 marzo/Sebastiano Tusa: l’Uomo, lo Studioso, l’Archeologo Autori vari Montemaggiore Belsito – Venerdì 25 Marzo / Un uomo, un medico di Giuseppe Iacono e Maristella Panepinto Balestrate – Sabato 26 Marzo / La stagione accanto di Rossella Caleca Bagheria – Sabato 26 Marzo / Nino Martoglio e l’anatomia di una morte annunciata di Maurizio Cairone Castellammare del Golfo – Domenica 27 Marzo / Né luna né santi di Santo Lombino Trecastagni – Lunedì 28 Marzo / Ex-voto d’Italia. Strategie di comportamento sociale, per grazia ricevuta di Renato Grimaldi Caccamo – Sabato 2 aprile / Il leggendario Federico II di Valentina Certo Carini – Sabato 2 aprile / Elamiti, Elimioti, Elimi di Giuseppe Valenza Partinico – Sabato 2 aprile / Leonardo Lo Bianco: vita, scritti, testimonianze a cura di Salvo Vitale Cefalù – Domenica 3 aprile / La luna è d’acciaio di Paola Castiglia Ficarra – Domenica 3 aprile / Un solo rogo d’anima e di carne a cura Luciano Armeli Iapichino e Antonio Baglio Campofiorito – Lunedì 4 Aprile / Atlante dell’antica viabilità della Sicilia centro occidentale di Angelo Vintaloro

Enna – Martedì 5 Aprile / L’ora degli incappucciati. Settimana santa di Enna tra confraternite e tradizioni di Ilaria Lombardo Trabia – Mercoledì 6 Aprile Schliemann alla ricerca di Troia di Massimo Cultraro Trapani – Giovedì 7 aprile / Couscous. Koinè culturale dei popoli di Mario Liberto Bolognetta – Giovedì 7 aprile / Nostra patria è il mondo intero. 150 anni di emigrazione siciliana di Giuseppe Oddo e Nicola Grato Altavilla Milicia – Venerdì 8 aprile / La Reconquista dell’Europa di Alfonso Lo Cascio Palazzolo Acreide  – Venerdì 8 aprile / Una folgore tra le tenebre. Il medioevo normanno in Sicilia di Domenico Arezzo Pagano Castel di Lucio – Sabato 9 aprile / Il Mondo di Candy di Giulia Maria Giordano Collesano – Domenica 10 Aprile / Il tempo culla di Lina Curione Palermo – Lunedì 11 Aprile / Reagire per le libertà A cura di Tommaso Romano e Antonino Sala Termini Imerese – Martedì 12 Aprile / Come un Granello di Senape di Rosario Giuè Isola delle Femmine – Mercoledì 13 Aprile / L’Isola di Fimia di Antonino Riccobono

Barcellona Pozzo di Gotto – Venerdì 15 Aprile / Orgoglio siciliano. Luci e ombre dell’autonomia e dell’anima siciliana di Nuccio Carrara Palermo – Martedì 19 aprile / Palermo. I quattro mandamenti di Adriana Chirco Catania – Mercoledì 20 aprile / La Sicilia archeologica di Tommaso Fazello di Ferdinando Maurici Riesi – Mercoledì 20 aprile / Il bandito e Margherita di Pasquale Almirante Montelepre – Giovedì 21 aprile / Antudo. Giuliano e l’indipendenza siciliana di Nino Chiofalo Marineo – Giovedì 21 aprile / L’onestà del tempo di Valerio Scibetta Messina – Venerdì 22 aprile / Il fungo dei cavalieri di Malta. La pianta-mito dell’antica farmacia melitense il Cynomorium coccineum Linn di Pippo Lo Cascio