Stampa 

Comunicato Stampa

San Marco in Lamis, martedì 20 febbraio 2018 -  In settimana tutti in casa Asd San Marco erano convinti di poter fare il colpaccio a Mola contro la capolista Vigor Moles e così è stato. Partita perfetta, studiata in ogni dettaglio e vinta con cuore, personalità e grandissima organizzazione dai nostri beniamini. Non era facile affrontare la capolista a domicilio e sfoderare una prestazione impeccabile in ogni zona del campo.

 Coppola, De Stefano, Montemitro, Iannacone, Melchionda, De Cesare, Potenza Nicola, Ferrantino, Salerno, Coco, Quitadamo, Marchitto, Caruso, Nardella, Salcone, Ianzano, Hoaxa, Ianzano, Del Buono e Ramunno sono questi i nostri campioni che hanno avuto il coraggio di sottomettere per novanta minuti i blasonati padroni di casa. A sorpresa mister Iannacone cambia sistema di gioco e le indovina tutte chiudendo ogni varco ai palleggiatori locali per poi sfruttare le micidiali ripartenze. Torna in campo da titolare Montemitro classe 99 che alla fine risulterà tra i migliori in campo. Monumentale De Stefano nel duello contro l'ottimo Tenzone

A. Impenetrabile la difesa con due baluardi De Cesare Melchionda con dietro la Security Coppola ( zero gol subiti da quattro gare). In mezzo al campo qualità e quantità al servizio dei compagni di squadra per Ferrantino e il sempreverde Iannacone. Un Quitadamo incontenibile sulla fascia sinistra e uno straordinario Potenza Nicola dall'altra hanno stravinto i duelli con i diretti avversari. Coco posizionato dietro Salerno è stata un'autentica spina nel fianco, mentre bomber Salerno ha lottato su ogni pallone contro la forte difesa locale mettendoli costantemente in difficoltà. Impresa che rimarrà nella storia calcistica locale per i dirigenti Fredoni, zì Luigi, l'esordiente Roberto Longo e il mitico prof. Parisi.

PRIMO TEMPO: Partenza micidiale per l'Asd San Marco del presidente Martino che dopo solo un giro di lancette passa in vantaggio con Melchionda abile a depositare in rete un corner millimetrico di Coco. Al quinto minuto punizione di Ferrantino da venticinque metri con la palla che sfiora il palo. Al decimo un inarrestabile Quitadamo serve Coco al limite il quale effettua un dribbling di troppo e calcia debolmente tra le mani del portiere locale. Al quindicesimo ancora Quitadamo salta tre avversari e mette in mezzo per Potenza che non trova la porta da buona posizione. Al venticinquesimo Coco allarga per Potenza che da buona posizione calcia alto sulla traversa. Al trentesimo minuto primo squillo dei locali con Tenzone A. che mette in mezzo per Caruso al quale il palo gli nega la gioia del gol. Prende coraggio la capolista e prova a creare alcune mischie nelle quali Sir Coppola le prende tutte con sicurezza ed eleganza. Allo scadere del primo tempo Tenzone F. ci prova da buona posizione mandando di poco alto sulla traversa.

SECONDO TEMPO:  Partono bene i Molesi alla ricerca del pari procurando subito alcuni corner che l'attenta difesa celeste granata controlla agevolmente. Al decimo Fumai entra in area e calcia alto sulla traversa. Al quindicesimo Tenzone A. calcia fuori da buona posizione.  Dolo due minuti sempre Tenzone A. calcia, ma Coppola para a terra. Al ventesimo Caruso in contropiede effettua un pallonetto mandando di pochissimo fuori. Dopo due minuti Quitadamo mette in mezzo per Salerno che lascia passare per Coco anticipato da un difensore davanti al portiere. Ci prova ancora Potenza da fuori mandando sulla traversa. Al venticinquesimo Quitadamo si invola da solo verso la porta avversaria, supera il portiere e a porta vuota manda incredibilmente fuori. Il raddoppio è nell'aria e giunge al trentesimo quando Iannacone recupera palla a centrocampo e lancia Potenza che controlla e insacca all'incrocio dei pali per il definitivo KO. Non succede più nulla fino al termine se non un clamoroso abbaglio di un assistente dell'arbitro che fa espellere capitan Tenzone e Melchionda perchè, secondo il suo parere, venuti a contatto. Termina così un'impresa storica che rilancia prepotentemente i nostri beniamini in corsa per i playoff ancora molto distanti, ma non irraggiungibili.

Le parole del presidente Tommaso Martino: "Questi ragazzi non finiscono mai di stupire, giocano bene, si divertono e hanno grande personalità. Vittoria meritata e partita interpretata perfettamente proprio come l'hanno preparata. Nella bagarre dei playoff meritano di stare anche i miei ragazzi. Complimenti a tutti".

Mister Iannacone: "Quando fai le cose per bene nulla ti è precluso. I ragazzi sono stati eccezionali da tutti i punti di vista. Hanno saputo incassare e non reagire mostrando grande maturità, soffrire, riorganizzarsi e chiudere la gara con autorevolezza su un campo molto difficile. Siamo ancora in ritardo per quello che vogliamo fare, per cui pochi festeggiamenti e pensiamo a una delle squadre più in forma del momento che verrà Domenica da noi. Sono molto dispiaciuto per l'ingiusta espulsione di due grandi calciatori che non hanno fatto proprio nulla, Melchionda e capitan Tenzone".

 

 

 

 

* Numeri da tuttocampo.it