Stampa 

Redazione

San Marco in Lamis, domenica 25 marzo 2018 -  Asd San Marco - Polimnia 3 a 0. Vittoria doveva essere e vittoria è stata per l'Asd San Marco al cospetto del mai arrendevole Polimnia fanalino di coda. Per la prima volta nella storia dell'Asd San Marco il direttore di gara al "Tonino Parisi" è una signorina, Giorgia Cacciapaglia di Bari. Una giornata glaciale con bufera di neve e il campo reso viscido non hanno facilitato il compito dei temerari addetti ai lavori.

 

 PRIMO TEMPO

Al quinto minuto su una punizione dalla distanza l'ottimo Marchitto respinge, ma sulla palla si avventa un attaccante ospite che prova il tapin trovando Salerno sulla linea di porta a salvare un gol fatto. Scampato il pericolo i nostri celeste granata iniziano a dettare il ritmo alla gara con azioni veloci e precise. Al decimo ci prova Salerno su punizione dal limite mandando alto sulla traversa. Al ventesimo da una bellissima azione tutta in velocità nasce il vantaggio. Ianzano riceve palla e mette in mezzo per Salerno che gira in porta costringendo il portiere ospite ad una gran parata, ma sulla respinta è Simone Potenza a trovare il tapin vincente. Subito dopo su corner di Coco la palla giunge a Quitadamo che in mischia da buona posizione calcia alto sulla traversa. Giocano bene Ferrantino e soci e al trentesimo minuto Nicola Potenza mette in mezzo e la palla si stampa sulla traversa. Al quarantesimo Simone Potenza ci prova da fuori sfiorando l'incrocio dei pali. La prima frazione si conclude con una conclusione dalla distanza per gli ospiti e mischie davanti a Marchitto senza conseguenze.

SECONDO TEMPO

Partono bene gli ospiti e guadagnano metri, ma si scoprono notevolmente permettendo a Coco e Quitadamo di sfruttare le ripartenze. Al decimo Quitadamo serve Simone Potenza che da buona posizione calcia debolmente. Al quindicesimo su corner gli ospiti sfiorano il pari con un colpo di testa dell'attaccante che termina di poco al lato. Al ventesimo ripartenza micidiale per Quitadamo che lancia Salerno bravo a servire a Coco la palla del raddoppio che il ritrovato bomberino non fallisce. Girandola di sostituzioni tra i nostri beniamini. Negli ultimi minuti da registrare una grande prodezza di Marchitto in mischia che evita la rete del 2 a 1 e il definitivo 3 a 0 di Caruso che dopo aver saltato due avversari realizza un gran gol. Termina così 3 a 0 la quartultima gara di un campionato che non emana ancora risultati matematici e che impone ad ogni squadra di credere fino alla fine nel raggiungimento dei propri obiettivi.