Stampa 

Redazione

San Marco in Lamis, martedì 7 gennaio 2020 -  "L'Asd San Marco ha dimostrato in questi anni di avere le competenze necessarie per poter ambire a qualunque traguardo pur operando in una realtà molto piccola e con scarse risorse economiche. Dopo un continuo crescendo da tutti i punti di vista, ora ci confrontiamo con squadre appartenenti a grandi Città, con un passato glorioso alle spalle, molte addirittura tra i professionisti. Noi stiamo combattendo giorno dopo giorno facendo sacrifici immani per continuare a offrire alla nostra piccola cittadina la possibilità di rimanere in auge quantomeno nello sport e in maniera specifica nel calcio.

Con il settore giovanile si sta svolgendo un lavoro impeccabile. Dall'aggregazione sociale allo sviluppo e formazione della personalità giovanile, dalla tutela della salute all’inserimento e alla partecipazione allo sport attivo di minori appartenenti a famiglie svantaggiate per prevenire fenomeni di devianza giovanile, questi ed altri gli obiettivi finora raggiunti. Inoltre si sta dando la possibilità a tanti ragazzi giovanissimi di giocare in un campionato importante e di grandissima visibilità quale l'Eccellenza dove pochi sammarchesi si sono potuti esprimere prima della nascita dell'Asd San Marco.

Tutto quanto è stato realizzato e continua ad essere alimentato dall'impegno di tanti amici che come me, gratuitamente, dedicano il loro tempo a un qualcosa di straordinario che è nato nel proprio paese. Abbiamo tutti una gran voglia di salvare la categoria e ripartire con ancora più forza. Da un paio d'anni, con l'Asd San Marco in Promozione, avrei potuto scegliere di fare altro, ma ho deciso di provare a dare qualcosa di indimenticabile alla mia gente. Ora mi ritrovo dinanzi a un bivio, ma sono certo che l'amore per quello che sto facendo con i tantissimi amici coinvolti, mi spingerà nuovamente a continuare il progetto Asd San Marco.

Per fare questo, sarà necessario che ognuno faccia la sua parte, che gli imprenditori locali, i commercianti, gli amministratori si adoperino concretamente dando il loro piccolo contributo nonostante il periodo di crisi che stiamo attraversando. Ora pensiamo al presente, rituffiamoci nel campionato e salviamo la categoria per poi ripartire e alzare ancora di più l'asticella".