Redazione

San Marco in Lamis - Mercoledì 15 aprile 2015 - Sarà "LA SCELTA"la prossima proiezione proposta dal cinema comunale F. De Robertis nei giorni Sabato 18 e Domenica 19 Aprile elle ore 21.00. Il costo del biglietto è di 5,00 euro.  Una coppia che si ama e cerca da anni di mettere al mondo un figlio vede distrutta la propria intesa in seguito a un trauma: la donna subisce uno stupro e, qualche tempo dopo, scopre di essere incinta. È inevitabile entrare nel dettaglio degli eventi che accadono nella parte iniziale del film per approfondire i temi che verranno poi trattati, poiché il discorso da fare sull'undicesima regia di Michele Placido è complesso.

Comunicato Stampa Forza Italia

San Marco in Lamis - martedì 14 aprile 2015 - In un comunicato il partito diretto da Luigi Mossuto presenta le attività dei giovani iscritti al circolo locale. Si parte dal lunedì pomeriggio, dedicato all’attività “TAVOLA ROTONDA”che ha lo scopo di ritornare a socializzare senza social, trattando un argomento di attualità, politica, sociale, sportivo ecc: il dibattito sarà moderato da Nazario La Riccia. Il venerdì pomeriggio sarà dedicato al corso di formazione politica “CONOSCIAMO L’ITALIA E L’EUROPA”, tenuto dal Coordinatore Luigi Mossuto ai ragazzi, sull’assetto costituzionale dello Stato, delle regioni e dei comuni.

Redazione

San Marco in Lamis, martedì 14 aprile 2015 - Giovedì 16 aprile 2015 ore 18,30 presso la biblioteca comunale "Pasquale Soccio" presentazione del romanzo "Via le mani dagli occhi". Incontro promosso dall'Assessore alle pari opportunità Dott.ssa Raffaella Petruccelli che in una breve nota stampa ci presenta l'evento: "Come assessore alle pari opportunità di questo Comune ho deciso di intraprendere una serie di iniziative dirette a sensibilizzare alcune problematiche che colpiscono la società di oggi e che evidenziano diverse forme di discriminazioni e di violenze di ogni genere. Con la presentazione del libro "Via le mani dagli occhi" di Francesco Gitto, si affronta il dolente tema delle molestie subite dalle donne. Ma nel libro la giovane protagonista, nonostante le molestie subite da bambina, riesce a vincere sugli spettri della morte. 

Mario Ciro Ciavarella

San Marco in Lamis, domenica 12 aprile 2015 -  Siamo giunti al punto che la scala sociale della povertà ma soprattutto dell’affidabilità umana, possa passare anche attraverso classificazioni razziste. Come dire: ci si può fidare di più di un nero, di un rumeno, di un albanese oppure di un italiano, in periodo di crisi?  In pratica chi merita di più la nostra considerazione e quindi anche il nostro aiuto economico?? Difficile quesito. È come dire chi è più simpatico Pippo o Paperino? Oppure, quale delle Tre Grazie era la più bella? O se vogliamo, quale dei quattro Vangeli è il più attendibile? Sempre più difficile. Ma a rispondere a domande del genere, e mettere ordine a certe classificazioni, ci ha pensato un rumeno di Viterbo.

Mario Ciro Ciavarella

San Marco in Lamis, venerdì 10 aprile 2015 -  I cosiddetti “inchini” fatti fare alle statue della Madonna da parte dei camorristi, mafiosi ed affini… continuano. E io ripropongo un articolo del luglio 2014, quando una statua della Madonna venne fermata per qualche minuto sotto il balcone di un boss calabrese. E cosa deve cambiare… Cosa volete, anche un boss anziano e malato di 82 anni ha il diritto di chiedere alla Madonna delle Grazie, un miracolo, anche se quello chiesto potrebbe essere un miracolo… laico: una prescrizione della condanna all’ergastolo per aver ordinato ed eseguito di persona decine di omicidi.

Antonio Cera

San Marco in Lamis, venerdì 10 aprile 2015 -  Cose arcinote, non scopro niente di nuovo. Che in una città come Parigi si notano fatti ed eventi straordinari (non solo che tengono in modo particolare ai palchi nelle ville e nei giardini; a tal proposito devo dire che altri ne ho visti, non solo quello di Square de Temple, uno addirittura alle spalle di Notre Dame) che riguardano cultura,arte,tecnologia e tanto altro è cosa, come dicevo, di non grande interesse. Le mostre, per esempio, sono come sempre di profilo altissimo. Chesso', quella intitolata "Da Giotto a Caravaggio" o quell'altra-bellissima- fotografica (e gratuita) dedicata alla storia della città degli ultimi 100 anni.

Antonio Daniele

San Marco in Lamis, venerdì 10 aprile 2015 -  La festa del Santo Patrono è l’occasione per ogni comunità di ritrovarsi insieme per condividere la gioia dell’incontro e dell’appartenenza alle proprie radici. Nel corso degli anni, la Festa patronale di S. Marco evangelista non ha goduto di grosse attenzione da parte di tutti. Solo negli ultimi anni è rinato un Comitato Festa che sta cercando di dare il giusto peso alla festività patronale più importante della nostra città. Anche quest’anno il Comitato festa sta predisponendo una serie d’incontri per valorizzare la Festa di S. Marco come occasione unica per discutere e fare emergere le grandi potenzialità della città.

Mario Ciro Ciavarella

San Marco in Lamis - Giovedì 9 Aprile 2015 - Ormai a distanza di tanti anni, molti misteri stanno per essere svelati. I dossier inglesi su presunti avvistamenti ufo sono stati resi pubblici anni fa; e il bello è che alcuni casi sono più che attendibili... anzi, oggettivamente plausibili, ovvero: veri. Quindi, per l’aviazione militare inglese gli extraterrestri esistono!! E viaggiano all’interno di astronavi. E adesso tocca a noi italiani, per non essere da meno, svelare i nostri segreti. E ci stanno pensando quelli del corpo forestale, i quali in un fascicolo, custodito dagli uomini del Corpo Forestale dello Stato e aperto quasi 15 anni fa, dove c’è la dicitura «Gnomi e fate dei boschi», si dice chiaramente che anche noi abbiamo i nostri… Puffi.

Comunicato stampa FI San Marco in Lamis
 
San Marco in Lamis - Mercoledì 8 aprile 2015 - Ieri sera nella sede cittadina di Forza Italia in San Marco in Lamis è avvenuto un incontro con una delegazione del partito stesso di San Nicandro Garganico, comune con il maggior numero di amministratori forzisti. Infatti presenti alla sede cittadina del partito di Silvio Berlusconi su invito del Coordinatore locale Luigi Mossuto, il Vice Coordinatore per l'area garganica di Forza Italia il sannicandrese Giovanni D'Emma, il Vice Sindaco Costantino Ciavarella, l'Assessore alla Pubblica Istruzione Lorena Di Salvia, il Consigliere comunale Giovanni Villani.

Redazione

San Marco in Lamis - Mercoledì 8 aprile 2015 - Sarà "Cenerentola" la prossima proiezione proposta dal cinema comunale F. De Robertis nei giorni Sabato 11 e Domenica 12 Aprile elle ore 17.00/19.00/21.00. Il costo del biglietto è di 2,50 euro. Ella è una bambina che cresce felice tra mamma e papà. Ma la sua serenità è turbata dalla morte prematura della madre, che le ha fatto promettere di essere sempre coraggiosa e gentile. E coraggio e gentilezza le serviranno qualche anno più tardi con la donna che il padre sposerà in seconde nozze. Dispotica e ambiziosa, Lady Tremaine ha un ex principe da dimenticare e due figlie frivole da accasare. Sola e vessata, dopo la perdita del padre, Ella è costretta a (ri)governare la casa e ad abitare la sua ala polverosa. Appellata Cinderella dalle due sorellastre, Ella fugge a cavallo nel bosco dove incontra Kit, un ragazzo cortese che lavora a palazzo e al servizio del re.

Redazione

San Marco in Lamis, martedì 7 aprile 2015 - Il secondo film proposto è OSAGE COUNTY (9 aprile) di John Wells. Film-sorpresa che ci ridona due attrici in splendida forma, come Julia Roberts e Maryl Streep. Ambientato in un Midwest desolato e piatto come le anime dei personaggi che lo abitano, questo film fa dello scontro generazionale e della povertà di sentimenti i suoi punti di forza. Punte acuminate di sadismo permeano l’intera vicenda; in più si ride e riflette sulla cattiveria che imperversa in maniera evidente fra queste persone, a formano un quadro corale di affascinante macchinazione.

Antonio Cera

San Marco in Lamis, lunedì 6 aprile 2015 -  Che stravaganti questi parigini: non solo non demoliscono i palchi nei giardini o nelle ville ma li conservano e li tutelano. È quello che mi è capitato di vedere (e che vi trasmetto) a Square de Temple, III Arrondissement di Parigi. Un bel palco simile a quello inopinatamente demolito nella nostra Villa Comunale. D'accordo siamo in una delle "capitali" mondiali , dove tutto è straordinario, accattivante, originale, bello ma noi un bel palco (non parlo di "Cassa Armonica", qualcuno potrebbe adombrarsene) c'è l'avevamo, al massimo andava ristrutturato e messo a norma, magari ricoperto come quello nella foto, certamente non distrutto.