Rikj Del Vecchio

Rignano Garganico, giovedì 20 gennaio 2022 -  In attesa di capire cosa ne sarà della Pubblica Amministrazione uscente, che è ancora in fibrillazione per via di un dissidente e di due indecisi, e chi sarà il candidato della terza lista (il ricco imprenditore di cui parlavamo qualche giorno fa) è appena giunto in redazione il primo Documento Programmatico del Movimento "Uniti per Rignano". Ecco di cosa parla. Uniti per Rignano: una forza politica e civica al servizio della collettività. Il nuovo che doveva essere foriero di grandi novità e di un a visione diversa di costruzione della nostra comunità è franato di fronte ai problemi che affliggono Rignano.

Antonio Del Vecchio

Rigano Garganico, giovedì 2022 gennaio 2022 -  Se prima c’era il sereno, ora splende il sole al Comune di Rignano Garganico, il più piccolo del Parco Nazionale del Gargano. Così lo appellava, alcuni anni or sono, il compianto Presidente del Parco Nazionale del Gargano, Matteo Fusilli. Dopo i tanti lavori in corso o finiti, eccovi ora una nuova notizia sul fronte delle opere pubbliche in paese. Ad essere interessati dagli interventi, quantificati ad horas, pare che siano la sede municipale, l’Istituto scolastico “San Giovanni Bosco” e la Caserma dei Carabinieri. Strutture, queste ultime, pensate e costruite tutte negli anni’80, grazie all’Amministrazione di Matteo Viola, l’allora sindaco più giovane d’Italia, e dalla sua giovane e fattiva maggioranza di sinistra.

Riky Del Vecchio

Rignano Garganico, martedì 18 gennaio 2022 - Al momento, come già accennato ieri in un precedente servizio, la crisi amministrativa resta congelata a Rignano Garganico. Probabilmente un solo consigliere lascerà la maggioranza capitanata dal sindaco uscente Luigi Di Fiore (che si ripresenterà con una coalizione rivisitata), mentre gli altri restano in attesa degli eventi e soprattutto dei chiarimenti tutti interni alla coalizione.

Redazione

San Giovanni Rotondo, lunedì 17 gennaio 2022 - Si svolgerà il 18 gennaio alle ore 11.30 presso il chiostro comunale di Palazzo San Francesco a San Giovanni Rotondo la conferenza stampa di presentazione del progetto “Scuole sicure”, i cui fini prioritari sono la prevenzione ed il contrasto all’uso di sostanze stupefacenti nei pressi degli istituti scolastici superiori del territorio comunale.

Antonio Del Vecchio

San Marco in Lamis, lunedì 17 gennaio 2022 -  Il sindaco uscente Luigi Di Fiore, anche se non ufficialmente, ha fatto capire che si rimetterà in gioco e proverà a farsi riconfermare come primo cittadino di Rignano Garganico nel 2022. Dall'altra parte si fa strada lo sfidante Matteo Stanco, dipendente di Sanitaservice, che starebbe raccogliendo attorno a sé gli scontenti di maggioranza e di opposizione.

Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, sabato 15 gennaio 2022 -  Fania Clementina, memoria storica e delle tradizioni di Rignano Garganico ed antica alunna di Tusiani, non c’è più. Se n’è andata via in mattinata presso l’hospice Umberto I” in San Marco in Lamis, dove era ricoverata da alcuni giorni. Classe 1928, nubile, aveva dedicata tutta la sua vita alla sua numerosa ed attiva famiglia e al sociale in genere, ereditando in toto l’intraprendenza della stessa in ogni attività artigianale e commerciale.

Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, venerdì 14 gennaio 2022 - Ormai il Covid cancella tutti gli anniversari, sacri e civili che siano, anche nei piccoli paesi come Rignano Garganico. Il riferimento è al 40° anno dell’Incoronazione della Madonna di Cristo, la cui venerazione è da sempre assai avvertita dalla comunità. Infatti, l’ultima volta che le fu imposto il sacro e regale simbolo risale al 31 ottobre 1981.

Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, martedì 11 gennaio 2022 -  Accolta con giubilo la nomina di Giorgio Soldano a presidente del Consiglio di Amministrazione dell’Istituto “Michele di Sangro”, antico e prestigioso Ente di natura morale facente parte del Comune San Severo. La nomina è arrivata qualche giorno fa su proposta dei partiti che compongono l’attuale maggioranza del consiglio comunale. Insieme a lui sono stati nominati gli altri sei consiglieri previsti dall’attuale statuto e precisamente Domenico Colapinto, che rivestirà anche la carica di vice presidente, Armando Bocola, Marcello De Filippis, Leonardo Iacoviello, Massimo Prattichizzo e Vincenzo Teto.

Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, lunedì 10 gennaio 2022 -  Pietro Parracino, docente di lungo corso e raffinato uomo di cultura non c’è più. È venuto meno questa mattina all’improvviso nella sua abitazione del Capoluogo dauno. Sposato con tre figli e una nidiata di nipoti era nato a Rignano Garganico. Avrebbe dovuto compiere 80 anni il quattro febbraio prossimo. Per chi scrive era un quasi coetaneo con il quale aveva condiviso larga parte della sua vita attiva nel sociale sia nel Comune di nascita sia per un po’ anche nella sua città di residenza. Pertanto di ricordi ne conserva tantissimi.

Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, mercoledì 5 gennaio 2022 - Anche questa volta, Rignano è presente. Il Comune di Rignano Garganico si è aggiudicato un ulteriore finanziamento di 300.000,00 Euro per il ripristino della pavimentazione del "vecchio centro storico". Di concerto con l'Assessore Giosuè Del Vecchio, con un'azione repentina e figlia di intenzioni già precedentemente studiate, siamo riusciti nel primo obiettivo.

Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, martedì 4 gennaio 2022 -  Rignano piange la scomparsa di un esponente illustre dell’emigrazione degli anni ‘60, in Francia. Si tratta di Grazia Nardella, classe 1929, moglie di Antonio Coco, detto il “sammarchese”, scomparso anni or sono, e madre di Maria e Donato Coco. Quest’ultimo, come noto, è uno dei più affermati designer automobilistici del mondo. avendo progettato e firmato modelli andati a ruba nel corso di questi anni, per conto della Lotus, della Ferrari e ancor di più per la Citroen.

Antonio Del Vecchio

San Marco in Lamis, martedì 4 gennaio 2022 -  Il Servizio Militare di Leva in Italia dal 2004 non c’è più. Era andato avanti dal 1861 (Unità d’Italia) per più di 160 anni. In senso dispregiativo era detto anche naia, specie da quelli a cui andava stretta la divisa. Per il resto dei giovani, soprattutto quelli del Sud, era, invece, una sorta di liberazione dalla schiavitù del lavoro e dell’ignoranza in genere. Per alcuni era addirittura la prima fuoruscita dalla loro provincia e circoscrizione, se non dal paese di residenza.