Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, mercoledì 3 giugno 2020 -  Fabrizio era una persona particolare. Cento ne pensava, ma quasi tutte le sperimentava. “Costi quel che costi…!” - pungolava se stesso - L’importante è arrivare all’obiettivo!. È il caso della seduta spiritica, studiata appuntino, attraverso i libri e il racconto orale e pratico dell’arte antica. Un arte, praticata soltanto da taluni spiriti eletti, come lui, che grazie al possesso di una intelligenza superiore alla media, sapeva tutto del e sullo spirito umano:

Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, mercoledì 3 giugno 2020 -  E' un progetto ambizioso ma presto si potrebbe dar vita alla prima Residenza Socio Sanitaria Assistita Diffusa (RSAD): anziani e disabili gestiti nelle proprie abitazioni a Rignano Garganico (FG). E' una iniziativa a cui sta lavorando un gruppo di Professionisti Sanitari e Socio Sanitari fuori sede, ma originari del più piccolo comune del Parco Nazionale del Gargano.

Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, mercoledì 3 giugno 2020 - Un fragoroso boato ha svegliato Rignano alle 4 di mattina: auto in fiamme in Via Guttuso. Sul posto i Carabinieri e i Vigili del Fuoco. Ignote le cause del rogo. Sono ignote le cause del rogo di una auto Alfa Romeo a Rignano Garganico. Stanotte, intorno alle ore 4, una tremenda esplosione ha svegliato tutta Via Renato Guttuso. Probabilmente ad esplodere è stato il serbatoio dell'auto in fiamme o qualche pneumatico.

Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, mercoledì 3 giugno 2020 -  A salutare il rientro alla quasi normalità dell’essere e del vivere quotidiano di tutti gli Italiani, dopo l’emergenza Coronavirus, saranno i Beni Culturali. Gli stessi saranno  riaperti al pubblico dopo tre mesi e passa di segregazione in casa, in ogni luogo dello Stivale. Tutto questo coincide con il 2 giugno, festa della Repubblica che, per l’occasione sarà avvertita con particolare interesse. E questo perché la nazione riassapora la libertà di spirito e di movimento. 

Redazione

San Giovanni Rotondo, venerdì 29 maggio 2020 - Si è tenuto ieri mattina presso il comune un incontro tra i rappresentanti dei commercianti e l’ingegnere incaricato di redigere il piano di sicurezza per discutere della riapertura del mercato settimanale. Si è giunti alla conclusione di riprendere la settimana prossima, venerdì 5 giugno. Per questa settimana, quindi, permarrà la chiusura. Prossimamente, sui canali istituzionali del comune verranno comunicate tutte le disposizioni e le modalità di accesso al mercato.

Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, venerdì 29 maggio 2020 -  Un pomeriggio di tanti anni fa c’incontrammo con Fabrizio davanti all’uscio di casa sua, un locale al piano interrato nel cuore del centro storico di origine e fattura medievale. Lo stesso culminava in alto con la bella e rinascimentale Chiesa Matrice dell’Assunta. Qui, peraltro, erano sistemati i palazzotti dei Signori, allora abitati dalle rispettive famiglie bene, quelle che di solito lasciano intravedere benessere da ogni poro. Quando negli anni ’60 i ‘loro’ giovani, soprattutto di sesso femminile, si affacciavano ai balconi o alle finestre, ci guardavano con sufficienza e a malapena rispondevano al nostro saluto.

Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, martedì 26 maggio 2020 -  Primo allaccio di fibra ottica, a Rignano Garganico. Ad usufruirne ad horas saranno gli uffici comunali, finora mal serviti dalla lenta ed imprendibile Adsl . Ciò accade, a conclusione dei lavori di cablaggio dell’intero paese, finiti poco tempo fa con la creazione di una vera e propria  rete cittadina. Ma per funzionare ha bisogno di una decina di centraline da installare  nei punti strategici del paese , già forniti di cavi di fibra.

Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, martedì 26 maggio 2020 -  Oggi, festa grande, per le donne, a Rignano Garganico. Il riferimento è al mercato settimanale, che finalmente riapre i battenti dopo circa tre mesi di mesi di chiusura forzata, dovuta alla pandemia da   coronavirus, ancora in atto.  Le massaie gongolano di gioia, smaniose di uscire di casa e piombare in piazza San Rocco e relative traverse, pronte a fare compere varie presso  bancarelle e chioschi.

Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, venerdì 22 maggio 2020 -  Celebrata  nel tardo pomeriggio di ieri la Santa Messa commemorativa a suffragio  dell’anima di Giulio Stilla, insigne professore  di Storia e Filosofia, deceduto pochi giorni fa, di cui già demmo notizia.  Si tratta della prima  in tal senso promossa dopo il ripristino della riapertura ufficiale dei templi.  La cerimonia, officiata dal parroco, Don Santino Di Biase, assistito da Antonio Cozzetti, chierico di lungo corso e docente di religione in Toscana,  si è svolta nella rinascimentale e suntuosa  Chiesa Matrice dell’Assunta,  ubicata nel cuore del centro storico di origine e fattura medievale. 

Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, venerdì 22 maggio 2020 - Anche a Rignano si è festeggiato, per modo di dire ‘idealmente’, i cinquant’anni dell’entrata in vigore della legge del 20 maggio 1970, n. 300, meglio nota come Statuto dei Lavoratori. Lo è stato negli ambienti socialisti. Perché con essi si ricorda anche il ministro del lavoro, Giacomo Brodolini, sindacalista socialista che assieme a Gino Giugno, docente universitario, pure socialista, misero a punto e portarono avanti la proposta  in questione, fino alla sua definitiva approvazione, avvenuta  alla Camera dei Deputati, dopo il passaggio al Senato,  con il voto favorevole della maggioranza di Centro-Sinistra, cioè di DC, PSI e PSDI unificati nel PSU, PRI con l’aggiunta del  PLI, allora all’opposizione.

Comunicato Stampa

San Giovanni Rotondo, mercoledì 20 maggio 2020 - Dopo più di due mesi di videoclip, foto e comunicati sui social, riparte l’attività politica in pubblico del candidato al Consiglio Regionale della Puglia, Matteo Masciale, nelle fila del Partito Democratico, a sostegno del Governatore uscente, Michele Emiliano.

 

Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, mercoledì 20 maggio 2020 - La vita sociale in paese, sia prima sia dopo la guerra, si svolgeva (specie durante l’estate) nella strada. E qui che ci s’informava e si sapeva di tutto; è qui che si conoscevano le ragazze sedute davanti agli usci di casa assieme ai famigliari. Una volta adocchiata la prescelta, si mandava l’ambasciata, tramite persona fidata a lei vicina. Spesso si palesavano le amorose intenzioni anche per lettera.