Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, giovedì 9 aprile 2020 -  Anche il sindaco di Rignano Garganico, Luigi Di Fiore, scende in campo ed approva appieno l’iniziativa di sanificazione del paese, effettuata, come anticipato, l’altra sera dagli agricoltori del posto, interessati anch’essi a dare la loro mano di solidarietà nei confronti della comunità, minacciata dal Coronavirus. Il primo cittadino lo fa in bello stile formale e concettuale con un succoso post, pubblicato sul suo profilo - face book, diventato per l’occasione una vera e propria testata giornalistica, a guida ‘sindacale’.

Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, mercoled' 8 aprile 2020 - Agricoltori in azione, ieri sera, a Rignano Garganico. Tanto per la disinfestazione radicale del paese da ogni traccia di “Coronavirus”. E questo, in aggiunta, a quanto ha già fatto il Comune, nei giorni scorsi, così come previsto dai protocolli e dalle ordinanze. Ma anche in sintonia con quanto le ‘massaie’ chiuse in casa hanno effettuato appuntino nelle loro abitazioni, conformemente a quanto prevede la tradizione e l’uso, in vista delle festività pasquali.

 

Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, mercoledì 8 aprile 2020 - A differenza di oggi, dove tutto passa inosservato per via della velocità e perfezione della mietitrebbia, a quei tempi la trebbiatura con macchina suscitava l’attenzione della gente. Al principiar dell’estate, il classico battito del trattore a testa calda si avvertiva da lontano. Procedeva lentamente trainando una lunga carovana composta di trebbia, scala, scaletta e carretto dei lubrificanti. Giunti al luogo ove il marchingegno era atteso, lo si sistemava nell’aia già predisposta per la trebbiatura ed occupata in gran parte da grandi cumuli di covoni (a forma squadrata)  sistemati a spiovente.

Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, sabato 4 aprile 2020 - Dieci anni fa moriva nel letto di un ospedale (sopraggiunto d’urgenza) in quel di Bari, Giovanni Scarale, poeta e scrittore sangiovannese  tra i più grandi e prolifici del Gargano, noto ed apprezzato non solo al Sud, ma nell’intero Stivale. Non per niente sino agli ultimi giorni della sua vita fu un assiduo frequentatore della Milano letteraria, collaborando strettamente con la Mondadori. 

Comunicato Stampa

San Giovanni Rotondo, sabato 4 aprile 2020 -  Sono stati sette i pazienti negativi al doppio tampone, e pertanto definiti “guariti”, che negli ultimi 2 giorni sono stati dimessi al proprio domicilio dall’area COVID-19 della Casa Sollievo della Sofferenza. L’evoluzione del decorso clinico ha permesso di raccogliere finalmente i risultati da tutti attesi. Il cauto ottimismo dell’ultima settimana ha confermato, così, i concreti effetti dei protocolli di cura gratificando quanti, dal personale sanitario a quello socio-sanitario e di supporto, quotidianamente si dedicano all’assistenza ed alla cura dei pazienti. 

TvGargano

San Giovanni Rotondo, sabato 4 aprile 2020 -  Questo piccolo gesto, ma ricco di significato è stato compiuto dal giovane sangiovannese Matteo Di Maggio,il quale,secondo quanto Egli stesso ha spiegato, ha voluto in tal modo offrire un piccolo contributo in favore di Casa Sollievo della Sofferenza,segnatamente in favore dei Reparti ospedalieri della pediatria generale e pediatria oncologica.

Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, venerdì 3 aprile 2020 -  Il Sindaco di Rignano Garganico Luigi Di Fiore ha poco fa lanciato un accorato appello alle Istituzioni (Regione, Provincia, Prefettura di Foggia e ASL di Foggia) perché vengano forniti i dati relativi ai contagi da Coronavirus nel piccolo comune, che conta sulla carta poco più di 2000 anime, ma che in realtà ne ospita fisicamente molto meno per via dell'emigrazione di tanti lavoratori e di tanti universitari.

Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, lunedì 30 Marzo 2020 -  Ecco un’altra storia, frutto della solitudine del Coronavirus. A raccontarcela è la stessa protagonista del racconto. Si chiama Martina, parrucchiera di professione ma top model per passione ed aspirazione. Lo è nella moda e nella fotografia dei tempi correnti, con  tanta voglia in corpo di affermarsi e rinascere, dopo aver sperimentato una serie di avventure e disavventure sul campo.

 Comunicato Stampa

San Giovanni Rotondo, domenica 29 marzo 2020 - Giusto il tempo di riorganizzarsi, coscienti della gravità di un evento che sta sconvolgendo la vita di tutti, per decidere di prendere le contromisure e ripartire con più forza ed impegno! Ed è con questo spirito, quello di chi sa quanto è importante “fare” quando questo non ci è consentito, che riparte anche il Progetto Tecnohm, ideato e coordinato dal prof. Michelangelo De Bonis.

Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, sabato 28 marzo 2020 -  Una luce in fondo al tunnell del Coronavirus, anche a Rignano Garganico. Questa volta si tratta di una seduta di laurea svolta a distanza nella prima mattinata odierna presso un’abitazione del paese, dov’era convenuta per l’occasione  l’intera famiglia ed alcuni amici virtuali. Tutti in debita tenuta antivirus, ossia con le dovute mascherine e distanziati gli uni dagli altri e , come da normativa, forniti di ogni altra e dovuta precauzione possibile.

Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, giovedì 26 marzo 2020 -  La chiameremo Sara per proteggere la privacy sua e dei suoi familiari. Nel corso delle ultime settimane è la terza deceduta a Rignano Garganico. Come gli altri due morti anche lei non è stata accompagnata dal conforto di familiari e amici, come è di rito in un piccolo comune come il nostro. Nemmeno la messa funebre, nemmeno l’ultimo saluto dei suoi cari più stretti. E’ morta di Coronavirus. Il suo è il primo ed unico decesso per COVID-19. in paese. L'accorato appello del sindaco Luigi Di Fiore su Facebook#Restateacasa!

Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, martedì 24 marzo 2020 - Da ieri sospesi i lavori dei cantieri anche a Rignano Garganico. E questo in virtù dell’ultimo decreto di blocco sulle attività produttive non essenziali emesse dal Governo per restringere la sempre più micidiale infezione del Coronavirus. Infezione che dopo il rientro di studenti e lavoratori dal Nord avanza anche nel Sud e in particolare anche sul Gargano, colpito già da alcuni casi di visite in proprio nelle zone infettate da parte di locali.