Redazione

San Marco in Lamis, mercoledì 18 maggio 2022 - Si inizia a stilare un programma di ospiti illustri per Cchiu fa notte e cchiu fa forte 2022 - 13a edizione,  torna finalmente dal vivo dopo la fortunata esperienza sanremese il cantautorap Dargen D'Amico, uno dei nomi che ha destato più curiosità in assoluto durante l'ultima rassegna targata Amadeus. Classe 1980, cresciuto a Milano, di lui si sa che sfugge agli sguardi (grazie agli onnipresenti occhiali da sole, la sua finestra sul mondo) e che preferisce lasciare parlare la sua musica. I live saranno per Dargen D’Amico l'occasione per presentare dal vivo i brani che compongono il suo nuovo attesissimo album “Nei sogni nessuno è monogamo”. Sul palco Dargen D'Amico sarà accompagnato dai fidati musicisti Edwyn Roberts, Gianluigi Fazio, e dal polistrumentista Diego Maggi.

Antonio Del Vecchio

San Marco in Lamis, lunedì 16 maggio 2022 -  Torna di nuovo alla ribalta la figura e l’opera di Pasquale Soccio, a San Marco in Lamis. E questo, grazie alla presentazione di due pregiati volumi. Si tratta di “Poesie / 1925 – 1992”, a cura di Michele Galante con saggio introduttivo di Ferdinando Pappalarlo e di “Una coccarda nel cuore / 200 lettere lucerine / a Pasquale Soccio” , a cura di Michele Galante e Giuseppe Trincucci.

Redazione

San Marco in Lamis, giovedì 13 maggio 2022 -  Ancora grandi successi per il nostro Soprano Sammarchese Marialuigia Martino che ritorna alla sua intensa attività concertistica dopo un periodo di chiusura dovuto al Covid. Si è esibita nei mesi scorsi per diversi eventi: Omaggio a Padre Pio 2021, Rassegna Italia e Regioni 2021, Concerto Lirico con la Fanfara della Polizia di Stato, Rassegna Capitale del Folklore Pugliese presso la città di Noci e Concerti in collaborazione con il Comune e i Lions di San Giovanni Rotondo.

Mario Ciro Ciavarella Aurelio

San Marco in Lamis, mercoledì 11 maggio 2022 - Ci mettevano un foglietto in mano e ci spedivano a fare commissioni. Fin quando si andava in un negozio di alimentari, il foglietto veniva buttato, ma quando ci recavamo in una farmacia, il biglietto da mostrare era prezioso: lì sopra c'era scritto il nome del farmaco!! spesso la molecola!!E allora era d'obbligo avvicinarsi al bancone e dare al farmacista il biglietto o parte della scatola del farmaco con il nome scritto sopra. 

Comunicato Stampa

San Marco in Lamis, lunedì 9 maggio 2022 -  Io non lavoro ALLA “San Giovanni Bosco - De Carolis”, io lavoro PER la “San Giovanni Bosco- De Carolis”. E’ questo il MANTRA che ha sempre pervaso la mia mente da quando dirigo l’I.C. “San Giovanni Bosco – De Carolis” di San Marco in Lamis. Ed è lo stesso mantra che ieri 08 Maggio 2022, dopo un momento di forte sconforto nel vedere il NOSTRO istituto colpito barbaramente nella sua intimità, ha subito ripreso a girare nella mia testa dandomi la forza d’animo per continuare nella mia azione quotidiana di educatore in qualità di capo d’istituto della “San Giovanni Bosco - De Carolis”.

Antonio Del Vecchio

San Marco in Lamis, lunedì 9 maggio 2022 - Giovedì 12 maggio sarà ricordata a San Marco in Lamis la figura e l’opera di uno dei più grandi romanzieri contemporanei della nostra terra. Lo si farà con un originale e nutrito libroforum, che ha per titolo: Nino Casigliomemoria e identità di un territorio (a 100 anni dalla nascita).L’intellettuale è nato a San Severo, dove ha vissuto ed operato fino al 1995, anno della sua scomparsa. Uomo di scuola è stato un attento e lungimirante educatore e guida illuminante per le nuove generazioni.

Redazione 

San Marco in Lamis, lunedì 9 maggio 2022 - In data 8 maggio 2022 l'edificio della scuole media "F. De Carolis' è stato oggetto di atti vandalici de parte di ignoti che non consentono la ripresa dalle attività didattiche, si rende urgente ed indifferibile intervenire con i lavori di riparazione e ripristino delle aule in oggetto. Per le motivazioni sopra esposte, il sindaco Michele Merla con ordinanza sospende le attività didattiche presso il plesso della scuola "F. De Carolis"  in data 9 maggio 2022.

Angelo Riky Del Vecchio

San Marco in Lamis, domenica 8 maggio 2022 -  Non ce l’ha fatta a sconfiggere il male che lo aveva colpito improvvisamente e nel giorno dedicato all’Arcangelo Michele il farmacista Michele Scarano, figlio dell’avvocato Peppino. Michele ha combattuto come un leone per sconfiggere la patologia che lo aveva colto di sorpresa. Una breve degenza e poi il decesso troppo repentino e inatteso. La sua morte ha lasciato tutti basiti a San Marco in Lamis, dove gestiva la Farmacia Guerrieri. Un abbraccio alla famiglia e a tutti gli amici e colleghi che lo hanno conosciuto ed amato. A breve i funerali. Fai buon viaggio Michele.

Massimiliano Nardella

San Marco in Lamis, giovedì 5 maggio - A San Marco in Lamis il mercato è questione di numeri e di spazi. Gli ambulanti distribuiti nella nuova area mercatale adiacente al campo sportivo ‘Tonino Parisi’, anche questa mattina hanno incrociato le braccia. “Qui non ci sono le condizioni per lavorare”. Tuttavia – contrariamente alla maggior parte dei colleghi - qualcuno ha deciso di riaprire l’attività. “Voglio lavorare, ma non è una guerra tra noi ambulanti. Ho speso 50 euro di carburante per venire qua” evidenzia un commerciante di abbigliamento di Andria.

San Marco in Lamis, martedì 3 maggio 2022 - FUORIORARIO è iniziativa del progetto FaC.A.L.L.(Cultura, Ambiente, Legami e Legalità) che prevede le aperture straordinarie delle biblioteche di San Marco in Lamis e San Giovanni Rotondo. L’azione nasce dall’idea di “aprire la biblioteca”, con iniziative di varia natura, alla comunità cittadina in orari straordinari per aumentare l'offerta delle biblioteche comunali coinvolte e permettere l'accesso ad alcune categorie di cittadini impossibilitati durante le aperture ordinarie.

Angelo Cera

San Marco in Lamis, mercoledì 27 aprile 2022 -  Oggi pomeriggio in consiglio comunale a San Marco in Lamis ho dato il mio punto di vista sulla questione del mercato settimanale. Noi consiglieri di opposizione vogliamo dare un contributo propositivo alla soluzione del problema del mercato settimanale. Ma, per farlo, è indispensabile, che, prima di tutto, si affronti la questione con spirito di onestà intellettuale, tenendo presente soprattutto l’aspetto della legalità e del rispetto dei fatti per quello che realmente sono, senza buttarla sempre in propaganda, che, di per sé ...

Mario Ciro Ciavarella Aurelio

San Marco in Lamis, mercoledì 27 aprile 2022 -  Quando si è piccoli si crede che il posto dove si nasce e si vive, possa essere il centro del mondo!! E lo si crede fino ad una certa età. Che non deve essere necessariamente quella infantile. Anche in gioventù “avanzata” si percepisce ancora la sensazione che quel tuo paese possa essere al centro del pianeta, dove tutto scorre come Natura detta e la gente è quasi perfetta. Nel tempo questa sensazione rimane impressa nella mente attraverso “cartoline cerebrali”: ogni tanto dei flash appaiono e ci mostrano monumenti, personaggi, momenti particolari del nostro paese e anche fatti non troppo felici. Ma che hanno segnato la nostra esistenza fino a quel momento.