Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, lunedì 10 maggio 2021  -  Che cos'è la "p’lègne"? Pare che sia una comodità casalinga, capace di contenere un po’ di tutto e soprattutto di alleggerire con il suo uso le faccende del quotidiano. Era indispensabile al pari della “Sétarole” o del “farnare”, entrambi utilizzati per la cernita della farina e del grano. Le prime avevano il disotto bucato a misura, l’ultimo, al contrario, era formato da una lamiera intera. A sostenerle ci pensava un fodero in legno di forma circolare. Tutti e tre gli arnesi campeggiavano appesi alle parete, similmente alle batterie, in rame e non, di pentole e utensili vari per la cucina, compreso lo ‘Stuppidde’ per le misure piccole, mentre per quelle superiori ci si avvaleva della ‘mézzetta’ e della stadera.

Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, martedì 4 maggio 2021 -  Sarà Giosuè Del Vecchio da oggi a ricoprire la carica di vice-sindaco a Rignano Garganico, il comune più piccolo della Montagna del Sole. Lo ha comunicato il primo cittadino Luigi Di Fiore poco fa, ringraziando l'uscente Viviana Saponiere. "Nella giornata di venerdì, in seguito alle dimissioni da Vicesindaco dell'Assessore Viviana Saponiere dovute all'impossibilità di garantire la presenza assidua per motivi lavorativi ...

Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, martedì 4 maggio 2021 -  Nuova presenza socialista in Parlamento. La notizia è stata accolta con vivo interesse, sia a Rignano, sia in altri centri garganici, dove la fiammella, nonostante le scosse della storia, che si chiama Tangentopoli, è rimasta sempre accesa. Lo è nel Comune più piccolo, per aver dato ad esso ben tre sindaci, di cui uno appena ventenne, il più giovane d'Italia, nonchè e una  discreta rappresentanza nell'amministrazione pubblica sovra comunale e nel Sindacato provinciale e regionale.

Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, sabato 1 maggio 2021 -  Niente Primo Maggio, né festa religiosa solenne in onore di San Giuseppe Artigiano, a Rignano Garganico, costretto ancora oggi a militare in zona rossa, a causa del Virus. E questo a differenza della quasi totalità della Capitanata e della Regione Puglia, rimaste da qualche settimana in zona arancione.

Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, lunedì 26 aprile 2021 -  Incredibile, ma vero! Nel giro di qualche ora Rignano Garganico, il più piccolo Comune del Parco Nazionale del Gargano, a cominciare dal tardo pomeriggio di ieri, è tornato di nuovo in ‘zona rossa’. E ciò sull’esempio di altri centri piccoli del Promontorio di pari popolazione e condizioni. A deciderlo, questa volta, è stato il primo cittadino, Luigi Di Fiore, che, tenuto conto dei dati epidemiologici in suo possesso, ha deciso seduta stante di ripristinare lo status quo, con somma sorpresa di tutta la cittadinanza, da poche ore, “uscita all’aperto” in parte e con le dovute distanze e mascherine, forse per godersi in anticipo la buona giornata odierna.

Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, venerdì 23 aprile 2021 - Nuovo scuolabus per ragazzi, a Rignano Garganico. Quello vecchio in uso era da tempo soggetto ad interventi continui di riparazione e pertanto difficile da mantenere e per servire. Il giravolta si deve ad un vero e proprio colpo di grazia dovuta alla Regione Puglia, che di tanto in tanto si ricorda dei piccoli centri, costretti a fare salti mortali per impinguare i loro bilanci, per via del decremento demografico e dello spopolamento in atto e quindi dei soggetti tassabili.

Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, giovedì 22 aprile 2021 -  I piccoli Comuni che ospitano parchi e pale eoliche di nuovo in allerta in Capitanata. Lo sono per annosa ed irrisolta questione delle royalties, alias ristori pecuniari, previsti dagli accordi a suo tempo stipulati con le aziende titolari degli impianti. Tra questi si trova, oltre alla quasi totalità dei centri siti nei Monti Dauni, anche quelli che orbitano in pianura, come Rignano Garganico,

Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, giovedì 15 aprile 2021 -  Arcobaleno, nel pomeriggio di ieri, a Rignano Garganico. Un fenomeno che ha tenuto incollato a finestre e balconi del belvedere quasi tutti i suoi abitanti, costretti a restare tappati in casa, a causa della recrudescenza della pandemia. Si tratta di uno spicco che ha attraversato dall’alto in basso il cielo ricco di nubi con goccioline di residua pioggia. Tutti, poeti e non, sono usciti sui balconi per ammirare il raro spettacolo. Non se ne vedeva uno dallo scorso anno. Come risaputo, scientificamente si tratta di un fenomeno ottico la cui posizione apparente dipende dal punto in si trova l’osservatore.

Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, mercoledì 14 aprile 2021 - Grande attesa per i lavori in corso  di rimozione e restauro del verde pubblico antistante la Chiesa di San Rocco, a Rignano Garganico. Come noto, si tratta della sistemazione di un’ampia zona, considerata non solo cuore pulsante e vitale dell’omonimo e popoloso quartiere, ma dell’intera cittadina garganica. Qui convergono, infatti, ben sei importanti arterie, di cui quattro provenienti dall’interno e due di accesso e prosieguo costituente la SP 22, che collega il paese con la piana sottostante del Tavoliere da una parte e con il Gargano dall’altra, in primis, Borgo Celano - San Marco in Lamis.

Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, lunedì 12 aprile 2021 -  L'assessore all'agricoltura del Comune di Rignano Garganico, Giosuè Del Vecchio, scende in campo in difesa della categoria e dei piccoli, medi e grandi imprenditori della terra dopo l'ultima gelata, che ha distrutto ettari ed ettari di coltivazioni e di alberi da frutto. Il freddo intenso dei giorni scorsi, riferisce il politico, ha distrutto migliaia di ettari di mandorli, asparagi, vigneti e altre colture.

Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, giovedì 8 aprile 2021 -  Torna a far discutere la situazione epidemiologica, a Rignano Garganico. E questo all’indomani delle feste pasquali appena sfumate. A tirare fuori il tema è stato lo stesso primo cittadino, Luigi Di Fiore che, vivamente preoccupato dello status quo, è intervenuto sul tema dal suo profilo facebook con un approfondito ‘aggiornamento’, datato 5 aprile. In esso fa notare subito che nel giro di appena quindici giorni i casi di infezione sono passati da 1 solo a 22, numero che starebbe crescendo di ora in ora.

Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, martedì 6 Aprile 2021 - Oltre alle feste pasquali, sparisce dal cartellone delle iniziative locali anche quella della Madonna di Cristo, a Rignano Garganico.  La stessa è fissata il Martedì in Albis e costituisce per i locali una sorta di Pasquetta, perché oltre a soddisfare i piaceri dello spirito e della fede, anche quelli della carne, perché si mangia e fa baldoria all’aperto, per il resto nei vicini agri-turismo.