Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, mercoledì 18 novembre 2020 - Questa è una breve biografia sul mio bisnonno, Giuseppe Scipione Del Vecchio, emigrato in USA nel 1912 e deceduto nel marzo 1962. <<Egli nasce a Rignano, Garganico, Italia il 19 settembre 1885. Giuseppe emigrò negli Stati Uniti nel 1912. Salpò a bordo della S.S. Luisiana il 1 ° luglio e fece il viaggio di 2 settimane da Napoli, Italia, al porto di New York, New York.

Redazione

San Giovanni Rotondo, martedì 17 novembre 2020 - A distanza di qualche giorno dalla bomba carta che aveva distrutto un’ auto , torna la paura a San Giovanni Rotondo dove poco fa un’altra auto è stata distrutta dalle fiamme. Questa volta l’attentato dinamitardo è stato compiuto in via Italia Betti, alle spalle della Chiesa di San Pio. Sul posto i Carabinieri e i Vigili del Fuoco e la protezione civile.

Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, domenica 15 novembre 2020 - Dopo un silenzio pressoché assoluto, perdurato circa 110 anni, il ricordo di un italo - americano, torna di nuovo alla ribalta, a Rignano Garganico. Di lui si era persa ogni sua traccia a guerra inoltrata del I conflitto mondiale. Si tratta di Giuseppe Scipione Del Vecchio, classe 1885, emigrato negli USA nel settembre 1912. Lo stesso, dopo una corrispondenza fitta con la moglie Maria Vittoria Novelli, era sparito dalla memoria familiare e collettiva, come se fosse letteralmente morto. Tant’è che in paese, quando si subiva qualche torto, si diceva in segno di minaccia – sfottò : “smettila, se non vuoi fare la fine di Scipione”.

Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, domenica 15 novembre 2020 - Un’altra grande matriarca del Borgo antico di Rignano è venuta a mancare ieri mattina, a Casa Sollievo della Sofferenza in San Giovanni Rotondo. Si tratta di Maria Vincitorio, 97 anni compiuti e ben portati. Abitava in via Arco Ceci, uno degli scorci architettonici tra i più belli e caratteristici del paese. Maria era stata ricoverata l’altro giorno per sospetta frattura del femore.

Redazione

Gargano, martedì 10 novembre 2020  - Sono giorni complicati per le comunità di San Giovanni Rotondo, San Marco in Lamis e Monte Sant'Angelo, i comuni della via sacra Langobardorum in cui si registra un aumento costante del numero di persone contagiate. Nella città di San Pio e dell'ospedale delle rete ospedaliera regionale Covid, Casa Sollievo della Sofferenza, i positivi si aggirano intorno alle 200 unità (211 le persone in quarantena), una situazione ben più seria rispetto alla primavera del lockdown che ha spinto il primo cittadino a lanciare l'ennesimo appello alla responsabilità: "Evitiamo di uscire di casa sempre, di invitare amici o parenti nelle nostre abitazioni perché meno ci vediamo, meno contatti abbiamo con gli altri, meglio sarà per tutti".

Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, giovedì 5 novembre 2020 -  Michele Orlando, uno degli ultimi imprenditori – falegnami, che con il loro mestiere e savoir faire hanno dato  un contributo notevole alla modernizzazione del paese,  non c’è più.  Se n’è tornato al padre  l’altra notte, all’età di 86 anni compiuti,  a Casa Sollievo della Sofferenza (San Giovanni Rotondo).  

Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, sabato 31 ottobre 2020 -  Rosario Paratore, carabiniere in congedo è un altro dei tanti forestieri affezionato da sempre a Rignano Garganico, il più piccolo centro abitato del Parco Nazionale del Gargano. Lo è da quando nel 1951 sbarca in paese in qualità di aggregato della benemerita, rimanendovi in servizio per 18 mesi esatti. Ecco la sua storia di vita e di professione. Egli nasce da famiglia contadina a Castroreale (Messina) il 1° marzo 1929. Frequenta le Scuole Elementari a Bafia, frazione di Castroreale di circa cinquecento abitanti, dove abita la famiglia. Si dedica anima e corpo ai lavori agro- zootecnici presso la grossa azienda, gestita dal nonno e dai genitori.

Redazione

Monte Sant'Angelo - martedì 27 ottobre 2020 - Sale a 313 il numero dei Comuni certificati dall’Associazione “I Borghi più belli d’Italia”, che segna così un ulteriore traguardo nella sua opera di valorizzazione e promozione dell’Italia Nascosta. Ben quattro i nuovi borghi che hanno ottenuto il prestigioso riconoscimento tra questi anche Monte Sant'Angelo, a seguito di un iter di certificazione che premia il patrimonio artistico, storico e culturale, oltre a parametri riferiti alla tutela dell’ambiente, dell’accoglienza turistica e delle tradizioni locali.

Antonio Monte da Milano

Gargano, lunedì 26 ottobre 2020 -  L’albero dell’ulivo è il simbolo della vita, è resistente, secolare e non teme il temporale. Le sue radici si adattano al terriccio delle colline e delle pianure, alle rocce  tra le fessure. E’ giovane e verde in ogni momento. Forse, è alleato del temibile tempo. Se tenuto pulito e potato, ogni luogo diventa ordinato e l’orto del contadino si trasforma in un giardino.

Raffaele Luciano

Gargano, martedì 20 ottobre 2020 -  Domenica 18 ottobre 2020, in quel di Pescara alla Maratona D’Annunziana Domenico Martino ha concluso la sua 250 maratona, un traguardo importante per una persona che con la corsa è diventato molto di più che un semplice atleta. Dal timore per le lunghe distanze con il rifiuto di partecipare alla Maratona di Roma, una delle maratone più importanti d’Italia, alle ultramaratone e al traguardo tagliato ieri di chilometri ne sono passati tanti sotto le scarpe di Domenico:  

Redazione

Gargano, martedì 20 ottobre 2020 -  Un weekend tra storia e natura alla scoperta della Foresta Umbra e Monte Sant’Angelo con  l’iniziativa gratuita “Grantrekking dei siti UNESCO del Parco Nazionale del Gargano”. È in programma Sabato 31 ottobre e Domenica 1 Novembre 2020 l’iniziativa “Il Gran Trekking dei siti UNESCO del Parco Nazionale del Gargano” che propone un weekend in cammino tra storia e natura attraverso la proposta di due itinerari escursionistici  per conoscere le meraviglie  dei due siti Patrimonio Mondiale dell’Umanità del Promontorio: le Faggete Vetuste della Foresta Umbra e Monte Sant’Angelo.

 Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, venerdì 16 ottobre 2020 -  L’apertura del Museo paleolitico di Grotta Paglicci ormai ha i giorni contati. Al momento è stata concordata la sola data tra Comune e Soprintendenza. L’evento si terrà nella mattinata di sabato, 21 novembre p.v.. A rendercelo noto, a nome e per conto dell’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Luigi di Fiore, sono stati i sempre attivi e onnipresenti delegati ai vari  rami.