Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, mercoledì 6 maggio 2020 -  Grazia Del Vecchio, classe 1942, ci ha lasciato in mattinata presso l’Ospedale Casa Sollievo della Sofferenza, dove era ricoverata da una diecina di giorni per accertamenti, rinviati più volte a causa del Coronavirus. Forse si tratta di male oscuro, ma non si è fatto in tempo ad accertarlo, perché è venuta meno all’improvviso. Era una donna assai nota in paese per il suo altruismo e impegno nel sociale. Dove stava lei, animatrice nata e conoscitrice della tradizione, regnava sovrana l’allegria, perché riusciva ad ogni pie’sospinto a trovare la giusta soluzione al problema, anche quando si presentava capzioso ed insolubile.

Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, martedì 5 maggio 2020 -  Il poeta Posticco (forse Pasquale Soccio), accompagnato a Grotta Terlizzi (Paglicci) da uno dei nipoti (forse Tonino Ciavarella, aviere in congedo presso  aeroporto Amendola). Dopo tante sue insistenze, ordina ai suoi collaboratori di accompagnare l’ospite giù in fondo all’antro sino alla saletta delle pitture  parietali dei cavalli e delle impronte di mani. Ecco il racconto che ne fa Arturo Palma di Cesnola nel suo “Giornale di scavo”, in atteso di andare in vetrina ed essere presentato in qualche prossima manifestazione sul tema: << Anche i poeti amano le grotte.

Antonio Del Vecchio

San Marco in Lamis, domenica 3 maggio 2020 -  Da lunedì, 4 maggio, si potranno finalmente portare i fiori sulle tombe dei propri cari, anche a Rignano Garganico. Tanto in sintonia con quanto accade nel resto d’Italia per il subentrato decreto presidenziale. Ovviamente la riapertura riguarda i visitatori, riservato come lo è stato per le antecedenti settimane solo alle salme, tumulate dopo la eccezionale benedizione del sacerdote, senza la usuale presenza e conforto dei propri cari. A dare la notizia per primo ci ha pensato il sindaco Luigi Di Fiore, spiegando il contenuto di una ordinanza sul tema, firmata e pubblicata il 30 aprile u.s.

Antonio Monte da Milano

Gargano, venerdì 1 maggio 2020 - Gli effetti devastanti dell’ultima guerra mondiale hanno messo a dura prova la maggior parte della popolazione Garganica. Le famiglie provate  da lutti e da malattie sono diventate ancor più povere e la classe operaia ancora più segnata dalla miseria. Molti genitori sono stati costretti  di affidare i propri figlioletti a gestori artigianali ed agricoli per garantire loro un pezzo di pane. I ragazzi venivano messi a disposizione delle maestranze per l’intera giornata e non venivano neanche iscritti alla scuola dell’obbligo.

Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, mercoledì 29 aprile 2020 - Da ieri mattina, il quartiere di S.Rocco, svegliato da rumori cari, a Rignano Garganico. Il riferimento è alla ripresa dei lavori di sistemazione di Via Umberto Giordano, rientrando essi tra quelli rimessi in moto dall’ultima decretazione governativa. Quasi che fosse musica sublime per i loro orecchi, rimasti  zittiti per tanto tempo., a causa del Coronavirus, gli stessi sono stati accolti con entusiasmo dai cittadini, affacciatisi sin dalle prime ore del mattino da balconi e finestre.

Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, lunedì 27 aprile 2020 -  Oggi fa un anno dalla morte di Francesco Gisolfi, per chi scrive amico compagno di una vita, per gli altri il Professore per antonomasia. Forse meglio l’uomo di cultura e politico di lungo corso, per aver ricoperto per ben due legislature la carica, segnando così larga parte della nostra storia locale. Allora ne ricordai il giorno funesto con un suo lungo ed amorevole  articolo,  dedicato ai più piccoli della sua famiglia, ora intendo rammentarne l’amicizia con uno scritto, a lui ispirato, estrapolato dal mio romanzo, ancora inedito “Il Ritratto del Giovane Ottavio…”.

Anonio Del Vecchio

Rignano Garganico, sabato 25 aprile 2020 -  Un 25 Aprile all’insegna di Sandro Pertini, indimenticabile Presidente della Repubblica Italiana. Bello il ricordo di lui, partigiano per antonomasia, fatto oggi  in ogni parte della Puglia. Tanto a ricordo, come si diceva della sua venuta del 1980, accolto a furor di popolo nelle principali città della regione., accompagnato dalla sua inseparabile compagna di vita, compresa Foggia. Chi scrive, ricorda con nostalgia la sua presenza - intervento  in piazza XX Settembre, gremita di pubblico come non mai. Quel giorno si trovava assieme ad una platea, composta in massima parte  da socialisti entusiasti.

Redazione

San Giovanni Rotondo, venerdì 24 aprile 2020 -  Un gruppo di operatori socio sanitari di Casa Sollievo della Sofferenza hanno deciso di intraprendere una bella iniziativa benefica a favore di Casa Sollievo in questo periodo di emergenza a causa del coronavirus realizzando  delle T-shirt con la stampa “UNITI PER CASA SOLLIEVO DELLA SOFFERENZA”. Il prezzo è di 10 euro.

Antonio Del vecchio

Rigano Garganico, giovedì 23 aprile 2020  -  Rinviata forse  alle calende greche l’inaugurazione - apertura del  Museo Paleolitico di Grotta Paglicci, a Rignano Garganico. E ciò per via delle note regole anti-assembramento scaturite dalla diffusione del  CoronaVirus, riconfermate in parte anche in occasione dell’imminente avvio della cosiddetta fase 2. La questione a gennaio sembrava del tutto risolta, l’arrivo in paese dei reperti, depositati da alcuni anni presso il Museo di Manfredonia.

 Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, giovedì 23 aprile 2020 -  In occasione della “giornata mondiale del libro”, mai così significativa, come in questo momento del pianeta. Lo è ovviamente  per via del “Restoacasa” e del tempo cospicuo a nostra disposizione per aprire e leggere per davvero un buon libro. Pertanto, vi sottoponiamo alcune pagine del v. “Giornale di scavo” , ancora fresco di stampa, edito a cura di chi scrive e del figlio Angelo appena un mese fa.

Antonio Del Vecchio

Rignano Garganico, lunedì 20 aprile 2020 -  Nonostante sia trascorso circa un mese da San Benedetto, inizio della primavera, di rondini sotto il tetto se ne sono viste ben poche, anzi nessuna, a Rignano Garganico e dintorni, per dire l’intero Gargano. Non si ode il loro garrire gioioso, il volare di esse  a stormi a fior di terra o sopra le nostre teste. Quando ero bambino, di esse se ne avvistavano in cielo  a migliaia a migliaia da ogni angolo del paese.

Raffaele Luciano

Gargano, lunedì 20 aprile 2020 - Valorizzare il proprio territorio attraverso uno dei prodotti tipici: l’olio di Peranzana; questa è in sintesi la mission dell’Azienda Agricola Pannarale di Torremaggiore che da generazioni coltiva ulivi del monocultivar di Torremaggiore, la “Peranzana” con passione, amore per la propria terra e il proprio lavoro, producendo un olio che poi porta sulle tavole dei palati più fini.